come cambiare lingua su outlook

come cambiare lingua su outlook

Hai installato una versione internazionale di Microsoft Outlook, ora vorresti tradurla in italiano ma non sai come riuscirci?
Stai studiando l’inglese e, per abituarti all’utilizzo dei termini anglofoni, vorresti impostare i tuoi software in modo che abbiano un’interfaccia tradotta in questa lingua?
Nessun problema, stai leggendo proprio la guida che fa al caso tuo!

Nei prossimi paragrafi, infatti, troverai delle indicazioni dettagliate su come cambiare lingua su Outlook utilizzando tutti i dispositivi hardware e le piattaforme hardware per le quali è stato reso disponibile il celebre software di casa Microsoft.
Scoprirai, dunque, come tradurre la versione di Outlook inclusa nel pacchetto Office per Windows e macOS, come cambiare la lingua di Outlook su Android e iOS e, infine, come modificare la lingua di Outlook.com, il servizio di Web Mail targato Microsoft che permette di gestire la posta elettronica direttamente dal browser.

Insomma:
qualunque sia il dispositivo o il sistema operativo che intendi utilizzare, se vuoi tradurre Outlook in un’altra lingua, non devi far altro che leggere le indicazioni che trovi di seguito e metterle in pratica.
Scommetto che rimarrai sorpreso dalla facilità con cui riuscirai a fare tutto!

Indice

  • Cambiare lingua di Microsoft Outlook
    • Windows
    • macOS
    • Android
    • iOS
  • Cambiare lingua su Outlook.com

Cambiare lingua di Microsoft Outlook

Se vuoi cambiare la lingua di Microsoft Outlook sul tuo computer, il tuo smartphone o il tuo tablet, prenditi qualche minuto di tempo libero e metti in atto i suggerimenti che sto per darti.

Windows

Se utilizzi un PC Windows e vuoi cambiare la lingua di Microsoft Outlook 2016 (che al momento in cui scrivo è la versione più recente dell’applicazione), devi innanzitutto scaricare il Language Accessory Pack per Office relativo alla lingua in cui intendi tradurre il programma.

Per scaricare il Language Accessory Pack per Office, collegati a questa pagina del sito Internet di Microsoft, seleziona la scheda 2016 dalla sezione Passaggio 1:
Installare il Language Accessory Pack
, scegli la lingua in cui vuoi tradurre Outlook (es.
Inglese o Italiano) dal menu a tendina Quale lingua serve e avvia il download del language pack in versione a 32 o 64 bit cliccando su uno dei link che compaiono in basso.

IMMAGINE QUI 1

A download completato, apri il pacchetto d’installazione del Language Accessory Pack per Office (es.
setuplanguagepack.x64.en-us_.exe per il language pack inglese per Office a 64 bit), clicca sul pulsante presente nella finestra che si apre e attendi pazientemente che tutti i componenti necessari alla tradizione di Outlook (e tutti gli altri programmi di Office) vengano prima scaricati e poi installati sul PC.
Potrebbero volerci diversi minuti.
Al termine del processo, clicca su Close per concludere il setup.

Se il Language Accessory Pack per Office non si installa e compare un messaggio d’errore con codice 30029-1011, significa che stai usando una versione VL di Office e non una versione standard della suite, che è quella richiesta per l’installazione dei pacchetti di traduzione.
Procurati dunque una versione standard di Office e ripeti l’installazione del language pack.

IMMAGINE QUI 2

Una volta portata a termine l’installazione del Language Accessory Pack per Office, apri Microsoft Outlook (o una qualsiasi altra applicazione del pacchetto Office), clicca sul pulsante File collocato in alto a sinistra e seleziona la voce Opzioni (oppure Options, se utilizzi Office in inglese) dalla barra laterale della schermata che si apre.

Successivamente, scegli la voce Lingua (o Language, se utilizzi Office in inglese) dalla barra laterale della finestra che si è aperta, seleziona la lingua in cui vuoi tradurre Outlook dai riquadri Lingua interfaccia utente (o Display language, se utilizzi Office in inglese) e Lingua guida (o Help language, se utilizzi Office in inglese) e spostala in cima alla lista usando il pulsante ▲.
Per finire, clicca sul bottone OK e riavvia Outlook per applicare le modifiche.

IMMAGINE QUI 3

Dopo aver riavviato Outlook, questo, e tutte le altre applicazioni del pacchetto Office, saranno tradotte nella lingua che hai selezionato.

Nota: per avere un’esperienza utente ottimale, Microsoft consiglia di impostare Windows nella stessa lingua di Office.
Se attualmente usi il sistema operativo in una lingua differente da quella di Office, rimedia subito seguendo le indicazioni contenute nei miei tutorial su come cambiare lingua a Windows 10, come cambiare lingua a Windows 8 e come cambiare lingua a Windows 7.

macOS

Se utilizzi Outlook per Mac, puoi cambiare la lingua del programma semplicemente cambiando la lingua predefinita del sistema operativo.
Apri quindi Preferenze di sistema (l’icona dell’ingranaggio che si trova sulla barra Dock), vai su Lingua e zona e, nella finestra che si apre, premi sul pulsante [+] collocato in fondo alla barra laterale di sinistra per aggiungere una nuova lingua.
Ad operazione completata, sposta la lingua in cui desideri tradurre macOS e Outlook in cima alla barra laterale di sinistra (basta trascinarla con il mouse) e il gioco è fatto.

IMMAGINE QUI 4

Se vuoi cambiare la lingua di modifica per i file in Office per Mac, apri una delle applicazioni incluse nella suite, vai nel menu Strumenti > Lingua e seleziona la lingua di tuo interesse dalla finestra che si apre.
Clicca infine su OK per salvare i cambiamenti.

Android

IMMAGINE QUI 5

Se utilizzi Outlook per gestire la posta elettronica sul tuo terminale Android, sappi che puoi cambiare la lingua dell’app semplicemente cambiando la lingua predefinita del sistema operativo.

Per cambiare la lingua predefinita di Android, accedi al menu Impostazioni (l’icona dell’ingranaggio che si trova in home screen o nella schermata con la lista di tutte le app installate sul dispositivo) e vai su Lingua e immissione, Lingua e inserimento o Lingua e input (la voce può variare a seconda della versione di Android in uso).
Se non vedi la voce relativa alla “Lingua” nel menu delle impostazioni, vai prima su Impostazioni avanzate e lì la dovresti trovare.

A questo punto, spostati su Lingua (oppure Lingua & aree geografiche > Lingua), seleziona la lingua di tuo interesse (es.
English (US)) e avvia l’app di Outlook, che dovrebbe essersi tradotta automaticamente.

Se utilizzi Android in inglese e vuoi configurarlo per l’utilizzo della lingua italiana, accedi al menu delle impostazioni, vai su Language & input > Language (o Advanced settings > Language & input > Language) e scegli la lingua in cui utilizzare il sistema (in questo caso Italiano).

iOS

IMMAGINE QUI 6

Per iOS vale lo stesso discorso fatto per Android:
si può cambiare lingua ad Outlook solo cambiando la lingua predefinita del sistema operativo.
Per compiere quest’operazione, apri il menu Impostazioni (l’icona dell’ingranaggio che si trova in home screen), vai su Generali > Lingua e Zona > Lingua iPhone (o Lingua iPad), seleziona la lingua di tuo interesse (es.
English) e premi prima sul pulsante Fine (collocato in alto a destra) e poi su Modifica in “[lingua scelta]” per salvare i cambiamenti.
Adesso apri Outlook e questo dovrebbe essersi tradotto nella lingua che hai selezionato.

Se attualmente usi iOS in inglese e vuoi tradurlo (insieme ad Outlook) in italiano, apri il menu delle impostazioni (l’icona dell’ingranaggio che si trova in home screen), vai su General > Language & Region > iPhone Language (o iPad Language), seleziona la lingua di tuo interesse (es.
Italiano) e premi prima sul pulsante Done (in alto a destra) e poi su Change to “[lingua scelta]” per applicare le modifiche.

Cambiare lingua su Outlook.com

IMMAGINE QUI 7

Utilizzi Outlook.com per gestire la posta elettronica e vorresti cambiare la lingua del servizio?
Nulla di più facile.

Se attualmente usi Outlook in italiano e vuoi passare a un’altra lingua, accedi al servizio usando il tuo account Microsoft, clicca sull’icona dell’ingranaggio situata in alto a destra e scegli la voce Visualizza tutte le impostazioni di Outlook nel menu che ti viene mostrato.

Nella pagina che si apre, espandi il menu Generale che si trova nella barra laterale di sinistra, fai clic sulla voce Lingua e ora e utilizza il menu a tendina Lingua per scegliere la lingua in cui utilizzare Outlook.com.
Se vuoi, cambia anche le impostazioni relative al fuso orario corrente e premi sul pulsante Salva (in alto a sinistra) per applicare le modifiche.

Se, invece, attualmente usi Outlook.com in lingua inglese e vuoi tradurlo in italiano o in un’altra lingua, accedi al servizio e segui le stesse indicazioni viste poc’anzi.
Clicca quindi sull’icona dell’ingranaggio collocata in alto a destra e seleziona la voce View all Outlook setting nel menu che compare.
Dopodiché scegli le opzioni General > Language and time nella barra laterale di sinistra, imposta la lingua che vuoi utilizzare (es.
Italiano) tramite apposito menu a tendina Language e salva le modifiche, cliccando sul pulsante Save.

L’interfaccia e le cartelle di Outlook.com cambieranno lingua in maniera automatica in base alle impostazioni che hai scelto.
In caso di ripensamenti, potrai cambiare nuovamente la lingua del servizio seguendo le indicazioni che ti ho appena dato.

come archiviare email outlook

come archiviare email outlook

Proprio come le classiche lettere cartacee, che quando si accumulano finiscono con l’ingombrare troppo spazio e rendere inutilizzabili librerie e scrivanie, le email possono ingombrare la inbox degli account di posta elettronica finendo col creare confusione e “mangiare” spazio sul disco inutilmente (nel caso dei client di posta elettronica offline).
È quindi necessario archiviarle per fare un po’ d’ordine.
Come dici?
Questo è esattamente il problema che vorresti risolvere oggi con Outlook, il celebre client email sviluppato da Microsoft, ma non sai come procedere?
E allora mi sa che sei capitato proprio nel posto giusto, al momento giusto!

Nei prossimi paragrafi, infatti, ti spiegherò per filo e per segno come archiviare email su Outlook:
ti illustrerò la procedura da seguire nella versione classica del software per Windows e macOS, nella sua versione online e nella sua variante mobile per Android, iOS e Windows 10 Mobile.
Per completezza d’informazione, poi, ti indicherò anche come archiviare le email provenienti da un account Outlook sincronizzato con client di posta “alternativi”.

Allora, sei già ai “posti di comando”, pronto per iniziare?
Sì?
Perfetto! Mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo necessario per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, attua le “dritte” che ti darò.
Sono sicuro che, se seguirai passo dopo passo i miei suggerimenti, riuscirai a portare a termine la tua “impresa” odierna con il minimo sforzo.
Buona lettura!

Indice

  • Archiviare email in Microsoft Outlook
  • Archiviare email in Outlook.com
  • Archiviare email nell’app di Outlook
  • Archiviare email di Outlook in altri client di posta

Archiviare email in Microsoft Outlook

IMMAGINE QUI 1

Se desideri sapere come archiviare email in Microsoft Outlook, il client di posta professionale integrato nella suite Office (di cui ti ho parlato ampiamente in un altro mio tutorial), sappi che puoi contare sull’apposita funzione di archiviazione, che permette di spostare automaticamente i messaggi più vecchi in una cartella separata rispetto al resto delle email facendo così ordine nella inbox e “snellendo” allo stesso tempo il database del programma.

Prima di illustrarti i vari passaggi da seguire per archiviare email su Outlook, ci tengo a dirti che per scrivere questa guida ho usato Microsoft Outlook 2016 che, nel momento in cui scrivo, è la versione più recente del programma presente nella suite Office del colosso di Redmond.
In ogni caso, le istruzioni che trovi di seguito possono essere eseguite anche sulle versioni meno recenti del programma (dalla versione 2007 in poi, in pratica tutte quelle che presentano l’interfaccia a schede Ribbon).
Fatta questa precisazione, possiamo passare all’azione.

Windows

Se utilizzi la versione di Outlook per Windows, clicca sul pulsante File che si trova in alto a sinistra e seleziona l’account di posta elettronica per il quale vuoi impostare l’archiviazione automatica dei messaggi dal menu a tendina situato sotto la voce Informazioni account (azione non necessaria se hai un solo indirizzo di posta elettronica configurato nel programma).

A questo punto, premi sul pulsante Strumenti (l’icona della cassetta postale con il pennello) e fai clic sulla voce Pulisci vecchi elementi… dal menu che compare.
Nella finestra che si apre, apponi il segno di spunta sulla voce Archivia la cartella e tutte le sottocartelle, seleziona dal menu a tendina Archivia elementi antecedenti la data di riferimento dalla quale iniziare ad archiviare i messaggi e premi sul pulsante OK per salvare le impostazioni.
Se vuoi salvare il file con le email archiviate in una cartella differente da quella predefinita, clicca sul pulsante Sfoglia e scegli la cartella di destinazione che più preferisci.

IMMAGINE QUI 2

Volendo, puoi anche archiviare le email selezionando impostazioni diverse in base alle cartelle di appartenenza dei messaggi.
Per farlo, recati nella scheda Home di Outlook (si trova in alto a sinistra), fai clic destro sul nome della cartella nella quale vuoi archiviare i messaggi (es.
Posta in arrivo, Posta inviata, etc.) dalla barra laterale di sinistra e seleziona la voce Proprietà… dal menu che compare.

Nella finestra che si apre, seleziona la scheda Archiviazione automatica e scegli le impostazioni che più preferisci:
ad esempio, puoi impostare una scadenza e una cartella di destinazione personalizzate per l’archiviazione dei messaggi mettendo il segno di spunta accanto alle voci Archivia la cartella utilizzando queste impostazioni e Sposta i vecchi elementi in e scegliendo poi le impostazioni desiderate.
Facile, no?

IMMAGINE QUI 3

E qualora tu te lo stia chiedendo, puoi anche archiviare singoli messaggi:
per farlo, individua nella inbox l’email che desideri archiviare, fai clic destro sull’anteprima del messaggio e seleziona la voce Archivia dal menu che si apre.
In alternativa, seleziona l’email da archiviare e premi sul pulsante Archivia dalla scheda Home.

IMMAGINE QUI 4

Tutti i messaggi archiviati finiranno nella cartella Archivio:
aprendola potrai fare clic destro sui singoli messaggi archiviati e, dal menu che si aprirà, eliminarli cliccando sulla voce Elimina, spostarli in un altra cartella premendo sulla voce Sposta e così via.

macOS

Sulla versione per macOS di Outlook purtroppo non è disponibile la funzione che permette di archiviare in modo automatico le email più datate di cui ti ho parlato nel paragrafo precedente.
Tuttavia puoi creare delle regole atte ad archiviare in modo automatico le email che presentano alcune caratteristiche in particolare (ad esempio quelle che provengono dallo medesimo indirizzo di posta elettronica.

Per procedere in tal senso, clicca sulla scheda Home, premi sul pulsante Regole situato in alto a destra, fai clic sulla voce Crea regola… e, nel riquadro che si apre, definisci le condizioni della regola servendoti dei menu a tendina situati nella parte superiore del modulo.
Nella sezione Esegui la seguente azione, apri il menu a tendina, seleziona la voce Sposta nella cartella e, nel menu a tendina situato sulla destra, seleziona la voce Scegli cartella….

IMMAGINE QUI 5

Nella modulo che si apre, digita il nome della cartella in cui spostare le email che soddisfano le condizioni che hai indicato poc’anzi (es.
Archivio), selezionala e premi sul pulsante Scegli.
Per concludere, premi sul pulsante OK:
tutte le email che soddisferanno le condizioni che hai incluso nella regola finiranno automaticamente nell’archivio!

Volendo, puoi procedere anche all’archiviazione manuale di una o più email nel seguente modo:
recati nella cartella dell’account in cui sono presente le email da archiviare (es.
Posta in arrivo), individua il messaggio che vuoi archiviare, fai clic destro sulla sua anteprima e seleziona la voce Archivia dal menu che si apre.

IMMAGINE QUI 6

In alternativa, seleziona il messaggio da archiviare e premi sul pulsante Archivia situato in alto o, se stai agendo da un MacBook o da un iMac al quale è collegato un trackpad, posizione il cursore sul messaggio che ti interessa, come due dita fai uno swipe da destra verso sinistra sulla superficie del trackpad e poi premi sul pulsante verde Archivia che compare a destra del messaggio.

Tutti i messaggi che archivi saranno spostati nella cartella Archivio:
aprendola potrai fare clic destro sui singoli messaggi archiviati e, dal menu che si aprirà, eliminarli cliccando sulla voce Elimina, spostarli in un altra cartella premendo sulla voce Sposta e così via.

Archiviare email in Outlook.com

IMMAGINE QUI 7

Desideri sapere come archiviare i messaggi di posta elettronica ricevuti su Outlook dal browser, perché hai effettuato l’accesso alla Webmail dell’omonimo servizio di posta elettronica messo a disposizione dal colosso di Redmond?
Se hai risposto in modo affermativo, procedi nel seguente modo.

Innazitutto collegati alla pagina d’accesso di Outlook.com, premi sul pulsante Accedi, inserisci nell’apposito campo di testo l’indirizzo email contenente i messaggi di posta che vuoi archiviare, fai clic sul bottone Avanti, inserisci la password del tuo account nell’apposito campo di testo e poi premi sul pulsante Accedi.

A login effettuato, seleziona dalla colonna di sinistra la cartella in cui sono presenti i messaggi da archiviare (es.
Posta in arrivo, Posta indesiderata, etc.), individua poi l’email di tuo interesse, fai clic destro sulla sua anteprima e seleziona la voce Archivia nel menu che si apre.
In alternativa, dopo aver selezionato un messaggio apponendovi il segno di spunta, premi sul pulsante Archivia situato nella barra in alto.

In caso di ripensamenti, puoi spostare il messaggio archiviato nella sua “cartella d’origine” nel seguente modo:
premi sulla scheda Archivio situata nella colonna sulla sinistra, fai clic destro sull’anteprima del messaggio e clicca sulle voci Sposta > [Nome della cartella in cui spostare il messaggio] (es.
Posta in arrivo).
Puoi anche spostare il messaggio, selezionandolo e premendo sulle diciture Sposta in > [Nome della cartella in cui spostare il messaggio] (es.
Posta in arrivo) che situata nella barra dei menu in alto.

Nel caso tu voglia eliminare un messaggio archiviato, invece, passa con il cursore del mouse sulla sua anteprima e fai clic sull’icona della pattumiera che compare o, se preferisci, fai clic destro sull’anteprima dell’email e seleziona la voce Elimina nel menu che si apre.
Semplice, vero?

Archiviare email nell’app di Outlook

IMMAGINE QUI 8

Desideri archiviare email dall’app di Outlook che hai installato sul tuo dispositivo Android o iOS?
Ti garantisco che anche in questo caso l’operazione che sei chiamato a compiere non è affatto complicata:
tutto ciò che devi fare e individuare le email di tuo interesse e premere sull’apposito comando che permette di archiviarle.

Dopo aver avviato l’app di Outlook sul tuo device, esegui l’accesso al tuo account (se necessario), fai tap sul pulsante Posta (l’icona della busta della lettera situata in basso a sinistra) e, nella schermata che si apre, premi sul pulsante (≡) collocato in alto a sinistra per selezionare la casella in cui sono presenti i messaggi da archiviare (es.
Posta in arrivo, Posta inviata, etc.).

A questo punto, individua il messaggio che desideri archiviare e fai uno swipe da destra verso sinistra sulla sua anteprima e, come per “magia”, comparirà il pulsante verde Archivia:
continua a trascinare il dito verso sinistra per archiviare il messaggio selezionato e il gioco è fatto.

Per visualizzare i messaggi che hai archiviato, poi, fai nuovamente tap sul pulsante (≡) collocato in alto a sinistra e premi sulla voce Archivio.
Se vuoi riportare un messaggio archiviato nella posta in arrivo non devi fare altro che effettuare nuovamente uno swipe da destra verso sinistra sull’anteprima del messaggio stesso; mentre se vuoi eliminare una delle email archiviate, devi per prima cosa aprirla facendo tap sulla sua anteprima e poi premere sull’icona della pattumiera posta in alto a destra.
Più semplice di così?!

Archiviare email di Outlook in altri client di posta

IMMAGINE QUI 9

Per concludere voglio fornirti qualche “dritta” su come archiviare email di Outlook in altri client di posta.
Se hai configurato il tuo indirizzo di posta di Outlook in altri client, è probabile che tu sia interessato a sapere come procedere e io ti accontenterò subito!

  • Posta di Windows 10 — premi sul pulsante (≡) collocato in alto a sinistra, seleziona la cartella in cui sono presenti i messaggi da archiviare (es.
    Posta in arrivo), fai clic destro sull’anteprima dell’email e seleziona la voce Archivia dal menu che si apre.
  • Apple Mail — se utilizzi Mail su Mac, seleziona dalla barra laterale di sinistra la cartella in cui sono presenti i messaggi da archiviare (es.
    Entrata > Live), fai clic destro sull’anteprima del messaggio e seleziona la voce Archivia o, in alternativa, seleziona il messaggio e premi sul pulsante Archivia collocato in alto.
    Su iPhone e iPad, invece, individua il messaggio da archiviare, fai uno swipe da destra verso sinistra sulla sua anteprima (senza far arrivare il dito fino all’estremità di sinistra del display, altrimenti il messaggio verrà direttamente eliminato), premi sul pulsante (…), fai tap sulla voce Sposta messaggio… e premi sulla voce Archivio.
  • Mozilla Thunderbird — seleziona dalla barra laterale di sinistra la cartella in cui sono presenti le email da archiviare, fai clic destro sul messaggio che vuoi archiviare e seleziona la voce Archivia dal menu che si apre.

come utilizzare excel su iphone

come utilizzare excel su iphone

Per esigenze di lavoro, ti piacerebbe avere accesso ad alcuni fogli di calcolo direttamente dal tuo iPhone ma non sai come fare?
Beh, è facile:
installa la versione di Excel per iOS e potrai visualizzare, modificare e creare fogli di calcolo dal tuo “iPhone”.
Come dici?
Non sei molto pratico con la tecnologia e vorresti ricevere qualche dritta sul da farsi?
Non preoccuparti, posso darti una mano io.

Se mi dedichi qualche minuto del tuo tempo libero, posso infatti spiegarti, in maniera semplice ma non per questo poco dettagliata, come utilizzare Excel su iPhone:
operazione che, te l’anticipo, è decisamente meno complessa di quel che immagini.
Inoltre, devi sapere che l’app di Excel riprende in buona parte quelle che sono le principali funzioni della variante desktop, risultando però ottimizzata per l’uso da mobile, quindi permette di lavorare in maniera molto agevole sui fogli di calcolo su smartphone e tablet.

Allora?
Posso sapere che cosa ci fai ancora lì impalato?
Posizionati bello comodo, prendi il tuo iPhone e comincia subito a concentrarti sulle informazioni che trovi qui di seguito. In men che non si dica, imparerai come sfruttare quest’app al meglio per visualizzare i tuoi fogli di calcolo da iOS, ma anche come modificarli e crearne di nuovi.
Buona lettura e buon lavoro.

Indice

  • Operazioni preliminari
  • Utilizzare Excel su iPhone
    • Creare e aprire un foglio elettronico
    • Compilare e formattare le celle
    • Inserire grafici, immagini, forme e altri elementi
    • Inserire le formule
    • Modificare la visualizzazione dei dati
    • Salvare, condividere e stampare un foglio di calcolo
  • Altre app per utilizzare Excel su iPhone

Operazioni preliminari

IMMAGINE QUI 1

Prima di entrare nel vivo dell’argomento e scoprire come utilizzare Excel su iPhone, devi provvedere a effettuare il download di quest’applicazione sul tuo “iPhone”.

A tal proposito, è d’obbligo precisare che, diversamente dalla classica versione di Excel inclusa nel pacchetto Office per computer, l’applicazione per iOS si può scaricare singolarmente ed è totalmente gratuita per tutti i dispositivi aventi dimensioni pari o inferiori ai 10.1″ (dimensioni in cui ovviamente rientrano tutti i modelli di iPhone).

Eventualmente, è possibile sottoscrivere un abbonamento a Office 365 (con prezzi a partire da 6,99 euro/mese), per sbloccare funzioni aggiuntive nelle app mobile di Office e usufruire della suite Microsoft sul computer.
Per ulteriori dettagli al riguardo, ti rimando alla lettura della mia guida incentrata in maniera specifica su come installare Office.

Premesso ciò, per scaricare Excel sul tuo iPhone, accedi alla relativa sezione presente su App Store direttamente dal tuo dispositivo, premi sul bottone Ottieni/Installa e autorizza il download tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple.

Successivamente, avvia l’applicazione premendo sul pulsante Apri comparso sullo schermo oppure facendo tap sulla relativa icona aggiunta in home screen.

Tieni altresì presente che per poter apportare modifiche ai documenti e per salvare queste ultime dovrai eseguire l’accesso a Excel con il tuo account Microsoft.
Senza, potrai sfruttare l’app solo in modalità visualizzazione.
Se non possiedi ancora un account Microsoft, puoi crearlo seguendo le istruzioni sul da farsi contenute nella mia guida sull’argomento.

Utilizzare Excel su iPhone

Una volta aperta l’app di Excel suo tuo iPhone, sei pronto per passare all’azione e scoprire tutte le sue funzioni:
adesso te ne parlo in dettaglio.

Creare e aprire un foglio elettronico

IMMAGINE QUI 2

Se ti interessa capire come modificare un foglio elettronico salvato localmente sul tuo iPhone oppure nel cloud, su servizi come iCloud Drive, OneDrive o Dropbox, la prima cosa che devi fare è selezionare la voce Apri che trovi nella barra posta nella parte in basso della schermata iniziale dell’applicazione.

In seguito, se il file di tuo interesse risulta salvato sul dispositivo, seleziona la voce iPhone; se si trova su iCloud Drive, seleziona la voce Altro, mentre se vuoi prelevarlo da un servizio di cloud storage diverso, fai tap sulla dicitura Aggiungi posizione e accedi al servizio di tuo interesse.
Dopodiché premi sull’anteprima del file di tuo interesse e il gioco è fatto.

Per creare un nuovo documento, invece, seleziona la voce Nuovo che trovi sempre nella barra in basso e fai tap sull’opzione Cartella di lavoro vuota.
In alternativa, scegli uno dei modelli preimpostati inclusi nell’app.
Dopo aver aperto il foglio di calcolo o dopo aver creato un nuovo documento, ti ritroverai dinnanzi alla schermata del foglio di Excel:
come puoi notare da te, si tratta di una tabella suddivisa in colonne e righe, contrassegnate da lettere e numeri che consentono di identificarle.
Colonne e righe, insieme, vanno a costituire le celle.

In cima è presente un avviso indicate il fatto che devi effettuare l’accesso all’account Microsoft per poter modificare il documento.
Per cui, premici sopra ed esegui il login digitando i tuoi dati.

In basso, invece, ci trovi la barra degli strumenti su cui sono presenti i pulsanti per compiere le principali operazioni sul foglio di calcolo e il campo per inserire le funzioni, mentre in alto ci trovi la barra con i pulsanti per gestire il salvataggio, la stampa e la condivisione del file.

Compilare e formattare le celle

IMMAGINE QUI 3

Andiamo ora a scoprire cosa fare per compilare le celle presenti nel foglio di calcolo.
In primo luogo, effettua un doppio tap sulla cella relativamente alla quale desideri andare ad agire:
così facendo, visualizzerai la tastiera virtuale di iOS.

Per impostazione predefinita, viene mostrata la tastiera con le lettere ma, premendo sul pulsante 123 collocato nella parte in alto a sinistra, è possibile vedere il tastierino numerico tramite cui inserire dei valori numerici nella cartella di lavoro.

Dopo aver digitato i dati nelle celle, puoi formattare il testo usando le funzioni apposite, che puoi richiamare premendo sul pulsante […] collocato in basso a destra oppure sul bottone con la “A” e la matita posto in alto (sempre a destra).
Dal menu che si apre, puoi modificare il font, il colore, le dimensioni dei caratteri ecc.

Sempre dal medesimo menu, ti segnalo che puoi modificare la formattazione delle celle andando a cambiarne lo stile, il colore, le dimensioni, il formato e via discorrendo.

Ti faccio altresì notare che dal menu in questione è accessibile anche la funzione Somma automatica, la quale permette di effettuare una somma di tutti i valori positivi e negativi di uno specifico intervallo di celle.

Invece, servendoti della funzione Ordina e filtra (quella che puoi richiamare sempre dal menu di cui sopra, oppure premendo sul pulsante con l’imbuto che si trova in basso) puoi filtrare un elenco di dati o disporli secondo un ordine crescente/decrescente.

Inserire grafici, immagini, forme e altri elementi

IMMAGINE QUI 4

Ti piacerebbe capire come inserire grafici, immagini, forme e altri elementi nel tuo foglio di calcolo?
Allora fa’ così:
premi sul pulsante con la “A” e la matita che si trova in alto a destra oppure sul bottone […] situato in basso, fai tap sulla voce Home contenuta nel menu che si apre e seleziona la dicitura Inserisci.

Nell’ulteriore menu che a questo punto ti viene mostrato, fai tap sulla voce Grafici e scegli il tipo di grafico che vuoi inserire.
Dal medesimo menu puoi altresì scegliere di inserire foto (sia prelevandole dalla libreria di iOS che scattandole al momento), forme, icone, caselle di testo, commenti e collegamenti.

Se vuoi inserire dei disegni a mano libera, invece, seleziona la voce Disegno dall’elenco che ti viene mostrato facendo tap sulla voce Home (nel menu in basso) e fai tap sulla voce Avvia input penna, per visualizzare gli strumenti di disegno di Excel.

Inserire le formule

IMMAGINE QUI 5

Impossibile non comprendere come utilizzare Excel su iPhone senza fare almeno un accenno alle formule, utilissime per elaborare e gestire i dati che vengono inseriti nel foglio di calcolo.
Per usufruire della suddetta funzionalità, premi sul pulsante con la “A” e la matita che si trova in alto a destra oppure sul bottone […] situato in basso, fai tap sulla voce Home nel menu che si apre e seleziona la dicitura Formule.

A seconda delle tue necessità, puoi scegliere tra varie tipologie di formule, selezionando le relative voci che trovi nel menu comparso nella parte in basso del display:
Logiche, Testo, Data e ora ecc.

Per cui, seleziona il tipo di formula che intendi usare, indica la formula esatta dall’elenco che ti viene mostrato, in modo tale da aggiungere quest’ultima alla cella attualmente selezionata, e la sua forma generica risulterà visibile nel campo che si trova nella parte in alto del display.

Provvedi poi a sostituire le informazioni predefinite della formula con i valori o le celle di tuo interesse e fai tap sul bottone verde con la spunta comparso in alto a destra, così da confermare e applicare le modifiche.

Per maggiori informazioni sul da farsi, ti rimando alla lettura delle mie guide incentrate in maniera specifica su come sommare su Excel, come sottrarre con Excel, come moltiplicare in Excel, come calcolare la percentuale in Excel, come fare la media su Excel e come elevare a potenza in Excel.

Modificare la visualizzazione dei dati

IMMAGINE QUI 6

La schermata tramite cui viene mostrato il foglio di Excel si può modificare, qualora necessario, usando le opzioni disponibili selezionando la voce Visualizza annessa al menu che compare selezionando la dicitura Home previo tap sul pulsante con la “A” e la matita che si trova in alto a destra oppure sul bottone […] situato in basso.

Dall’ulteriore menu che compare, infatti, puoi attivare/disattivare la visualizzazione della barra della formula, la visualizzazione della griglia, puoi regolare il livello di zoom e molto altro ancora.
Puoi altresì scegliere di bloccare i riquadri, come ti ho spiegato in dettaglio nelle mie guide specifiche su come bloccare una riga in Excel e come proteggere le celle in Excel.

Selezionando, invece, la voce Dati dall’elenco visibile facendo tap sulla voce Home (dopo aver richiamato il menu di Excel premendo sul pulsante con la “A” e la matita oppure sul bottone […] in basso), puoi applicare degli appositi filtri, modificare l’ordinamento delle informazioni e scegliere di rendere visibili o meno i dettagli.

Salvare, condividere e stampare un foglio di calcolo

IMMAGINE QUI 7

Ora che hai finalmente le idee chiare su come utilizzare Excel su iPhone e che hai terminato il tuo lavoro sul foglio di calcolo, ti piacerebbe sapere come fare per salvare quest’ultimo?
Nulla di più semplice:
premi sul pulsante […] collocato in alto a destra e poi sul bottone Salva, dopodiché digita il nome che vuoi assegnare al file, la posizione in cui vuoi archiviarlo e il gioco è fatto.
Quello che alla fine otterrai sarà un file in formato XLSX.

Tieni comunque presente che, per impostazione predefinita, dopo aver effettuato il primo salvataggio del file, tutte le modifiche apportate a quest’ultimo vengono salvate in maniera automatica.
Per cui, quando andrai ad aprire successivamente il documento, potrai anche evitare di salvarlo manualmente.

Se, invece, vuoi salvare il tuo documento come PDF oppure come file ODS, dopo aver fatto tap sul bottone […] situato in alto a destra, devi selezionare la voce Esporta dalla schermata visualizzata e scegliere il formato che preferisci.

Vuoi condividere il tuo foglio di calcolo con altri utenti?
Sì può fare anche questo.
Per riuscirci, fai tap sul pulsante con la freccia verso destra che si trova nella parte in alto a destra dello schermo, seleziona la voce Invita persone, digita i contatti di tuo interesse, indica se abilitare o meno le persone in questione alla modifica e fai tap sulla voce Invia.

In alternativa, puoi scegliere di inviare il collegamento al foglio di calcolo o una copia del documento selezionando, rispettivamente, le opzioni Copia collegamento o Invia una copia dalla schermata visibile dopo aver premuto sul pulsante con la freccia verso destra in cima allo schermo.

Se vuoi stampare il foglio di calcolo, premi invece sul bottone […] collocato in alto a destra, seleziona la voce Stampa dalla schermata visualizzata e poi quella AirPrint.

Provvedi, infine, a regolare le impostazioni relative alla stampa nella schermata successiva, seguendo le istruzioni sul da farsi che ti ho fornito nel mio tutorial su come stampare da iPhone e premi sulla voce Stampa.

Altre app per utilizzare Excel su iPhone

IMMAGINE QUI 8

Ti sei cimentato nell’utilizzare Excel su iPhone ma la famosa app non ti ha convinto granché, motivo per cui ti piacerebbe capire se esiste qualche valida alternativa alla quale puoi rivolgerti?
Certo che sì! Quelle che ho provveduto a elencarti qui di seguito, ad esempio.
Provale subito!

  • Numbers – è l’app sviluppata da Apple per creare, visualizzare e modificare i fogli di calcolo.
    È gratuita, perfettamente compatibile con i file di Excel e il suo funzionamento non è molto differente da quello della famosa soluzione di casa Microsoft.
  • Fogli di Google – app sviluppata da Google per la gestione dei fogli di calcolo.
    È gratis, consente di lavorare sui file sia localmente che online e si basa su Google Drive, il servizio di cloud storage di “big G”.
  • Polaris Office – consente di gestire i documenti realizzati con Office e Google Drive ed è abbastanza semplice da usare.
    È gratis ma, per sbloccare tutte le funzioni extra, vanno effettuati acquisti in-app a partire da 3,99 euro/mese.
  • WPS Office – suite che consente di gestire documenti di testo, fogli di calcolo e presentazioni.
    Sì può utilizzare sia per lavorare localmente che tramite cloud storage.
    È gratis, ma per poter sbloccare tutte le funzioni occorre sottoscrivere un abbonamento mediante acquisti in-app (al costo base di 3,99 euro/mese).

come utilizzare excel su ipad

come utilizzare excel su ipad

Hai la necessità di lavorare su alcuni fogli di calcolo in mobilità, con il tuo iPad, e vorresti quindi capire in che modo procedere?
Beh, nulla di più semplice:
scarica e installa Excel sul tuo tablet a marchio Apple e comincia subito a servirtene.
Come dici?
Ti piacerebbe ricevere delle dritte sul da farsi in quanto ancora poco abituato a usare il famoso dispositivo dell’azienda di Cupertino?
No problem:
per tua fortuna sei capitato sulla guida giusta, al momento giusto.

Nella guida di oggi, infatti, ti spiegherò come utilizzare Excel su iPad, in modo da sfruttare tutte le sue funzionalità anche in ambito mobile.
Il suo funzionamento è abbastanza simile a quello della celeberrima variante per PC, quindi non dovresti avere particolari problemi nel prendere confidenza con le sue meccaniche.

Allora?
Posso sapere che cosa ci fai ancora lì impalato?
Posizionati ben comodo, prenditi qualche minuto di tempo libero solo per te e inizia immediatamente a concentrarti sulla lettura di quanto riportato qui di seguito.
Sono sicuro che alla fine potrai dirti ben contento e soddisfatto di quanto appreso oltre che, ovviamente, di essere finalmente riuscito nel tuo intento.
Che ne dici, scommettiamo?

Indice

  • Operazioni preliminari
  • Utilizzare Excel su iPad
    • Creare e aprire un foglio elettronico
    • Compilare e formattare le celle
    • Inserire grafici, immagini, forme e altri elementi
    • Inserire le formule
    • Modificare la visualizzazione dei dati
    • Salvare, condividere e stampare un foglio di calcolo
  • Altre app per utilizzare Excel su iPad

Operazioni preliminari

IMMAGINE QUI 1

Prima di entrare nel vivo del tutorial e scoprire come utilizzare Excel su iPad, devi preoccuparti di effettuare il download della famosa app sul tuo dispositivo.

A tal proposito, è doveroso precisare che, diversamente dalla classica versione di Excel per computer, che fa parte del pacchetto Office, l’app di Excel è totalmente gratuita per i dispositivi di dimensioni pari o inferiori ai 10.1″ e si può scaricare singolarmente.

Sui dispositivi di dimensioni superiori ai 10.1″, per usare le app di Microsoft Office, bisogna sottoscrivere un abbonamento a Office 365 (con prezzi a partire da 6,99 euro/mese).
Il medesimo abbonamento sui dispositivi più piccoli dà accesso a delle funzioni extra di Excel, come la possibilità di inserire e modificare SmartArt nei fogli di lavoro.
Per maggiori dettagli al riguardo, fa’ riferimento alla mia guida su come installare Office.

Ciò detto, per effettuare il download di Excel sul tuo iPad, ti basta visitare la relativa sezione dell’App Store direttamente dal tablet, premere sul pulsante Ottieni/Installa e autorizzare il download dell’applicazione tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple.

In seguito, avvia l’app premendo sul bottone Apri comparso su schermo oppure selezionando la relativa icona che è stata aggiunta in home screen.

Utilizzare Excel su iPad

Dopo aver effettuato il download e l’installazione di Excel su iPad, sei finalmente pronto per passare all’azione vera e propria e, dunque, scoprire come servirti della famosa app di Microsoft.
Trovi spiegato tutto qui sotto.

Creare e aprire un foglio elettronico

IMMAGINE QUI 2

Se sei interessato a capire come apportare modifiche a un foglio elettronico salvato localmente sull’iPad oppure nel cloud (es.
su iCloud Drive oppure su OneDrive), la prima mossa che devi compiere è quella di premere sul pulsante Apri che trovi nella barra laterale di sinistra nella schermata principale di Excel per iPad.

Successivamente, devi selezionare la voce iPad, se il file è salvato localmente; quella Altro se è presente su iCloud Drive, oppure quella Aggiungi una posizione, per collegarti a un altro servizio di cloud storage tra quelli supportati, e prelevare il documento da lì.
In seguito, premi sull’anteprima del file di tuo interesse e il gioco è fatto.

Se, invece, vuoi creare un nuovo documento, devi premere sul bottone Nuovo collocato nella parte in alto della barra laterale di sinistra, dopodiché devi selezionare l’opzione Cartella di lavoro vuota (sulla destra) e potrai cominciare così a lavorare su un nuovo foglio di calcolo vuoto.
In alternativa, puoi selezionare uno dei modelli preimpostati disponibili nell’app.

Una volta aperto un documento o averne creato uno nuovo, ti ritroverai al cospetto della schermata del foglio di Excel che, come potrai notare tu stesso, è caratterizzata da una tabella suddivisa in colonne e righe che vanno a costituire delle celle.
Le colonne e le righe sono contrassegnate, rispettivamente, da lettere e numeri, che permettono di identificarle.

Nella parte in alto dello schermo, invece, ci trovi la barra degli strumenti su cui, appunto, sono collocati i pulsanti per compiere le principali operazioni sul foglio di calcolo, mentre ancora più su ci sono le schede per accedere alle varie funzioni dell’app.
In basso, poi, sono presenti altri bottoni, utili ad accedere ai vari fogli che compongono il file e per aggiungerne di nuovi.

Compilare e formattare le celle

IMMAGINE QUI 3

Vediamo, adesso, come fare per compilare le celle presenti nei fogli di calcolo.
Per procedere, fai doppio tap sulla cella in cui è tua intenzione andare ad agire.
Vedrai così comparire la tastiera virtuale su schermo per poter compilare la cella.

Premendo sul bottone Abc che trovi nella parte in alto a destra della tastiera virtuale, puoi accedere alla tastiera con le lettere, mentre facendo tap sul pulsante 123 adiacente puoi accedere al tastierino numerico per inserire dei valori e puoi usare i pulsanti che ti consentono di visualizzare gli operatori logici e i simboli per creare formule in modo manuale.

Altri pulsanti disponibili sono quelli per eseguire l’arrotondamento per eccesso o per difetto.
Per maggiori informazioni al riguardo, puoi consultare la mia guida dedicata in via specifica a come arrotondare in Excel.

Nota: come facilmente intuibile, se hai collegato una tastiera fisica all’iPad, non vedrai comparire alcuna tastiera sullo schermo, in quanto dovrai lavorare dalla tastiera fisica.

Una volta immessi i dati nelle celle, puoi formattare il testo mediante i pulsanti presenti nella bara degli strumenti in alto, nella scheda Home:
usandoli potrai modificare il font, la dimensione e il colore del carattere, impostare il grassetto, il corsivo e il sottolineato.
Inoltre, potrai marcare i bordi delle celle, modificare l’allineamento del testo, impostare un colore di sfondo per le stesse o modificare il formato dei valori contenuti in esse.

Usando la funzione Ordina e filtra, invece, potrai filtrare un elenco di dati o ordinarli in base a un ordine crescente/decrescente.
Potrai altresì aggiungere la funzione Somma automatica, che consente di eseguire una somma di tutti i valori positivi e negativi di un determinato intervallo di celle.

Inserire grafici, immagini, forme e altri elementi

IMMAGINE QUI 4

Se hai bisogno di inserire grafici, immagini, forme e altri elementi nel tuo foglio Excel, tutto quello che devi fare è recarti nella scheda Inserisci, che trovi nella parte in alto della schermata dell’applicazione, e servirti dei pulsanti posti sulla barra degli strumenti collocata sempre in cima, per inserire gli elementi di tuo interesse nel foglio di calcolo.

Per la precisione, il bottone Grafici ti permette di aggiungere diverse tipologie di grafici (es.
istogrammi, grafici a linee, a torta ecc.), il pulsante Tabella ti permette di inserire delle tabelle, mentre il pulsante Foto e quello Fotocamera ti consentono, rispettivamente, di inserire le immagini salvate nella galleria fotografica del tuo iPad e di usare le foto scattate al momento.

Il pulsante Forme, invece, ti consente di inserire delle forme geometriche (es.
quadrati, cerchi, triangoli ecc.) nel foglio di lavoro.
Facendo invece tap sul bottone con la lettera “T” e il testo puoi creare dei box in cui inserire del testo, premendo sul pulsate con la papera e la foglia puoi inserire delle icone, mentre premendo sul pulsante Collegamento puoi aggiungere dei link.

Se hai bisogno di inserire dei disegni a mano libera, recati nella scheda Disegno e serviti degli strumenti per disegnare posti in alto secondo le tue esigenze:
puoi scegliere il colore del tratto, il suo spessore, se usare la matita, l’evidenziatore ecc.

Inserire le formule

IMMAGINE QUI 5

Le formule sono una delle funzionalità di punta di Excel:
usarle è utilissimo per elaborare e gestire i dati immessi nel foglio di calcolo.
Per servirti della feature in questione, ti basta accedere alla scheda Formule che trovi nella parte in alto della schermata dell’applicazione.

In base a quelle che sono le tue necessità e, chiaramente, a seconda dei dati su cui occorre lavorare, puoi scegliere tra varie tipologie di formule, facendo tap sui relativi pulsanti che trovi nella barra in alto:
Somma automatica, Finanziarie, Logiche, Testo ecc.

Per cui, fai tap sul pulsante relativo alla tipologia di formula di tuo interesse, seleziona poi la formula esatta che vuoi usare dal menu che si apre per aggiungere quest’ultima alla cella attualmente selezionata e la sua forma generica risulterà visibile in alto.

A questo punto, sostituisci le informazioni presenti in maniera predefinita nella formula con i valori o le celle di tuo interesse e fai tap sul pulsante con la spunta (sulla destra), in modo da confermarne l’inserimento nella cella selezionata.

Per ulteriori approfondimenti al riguardo, ti consiglio la lettura dei miei tutorial specifici su come sommare su Excel, come sottrarre con Excel, come moltiplicare in Excel, come calcolare la percentuale in Excel, come fare la media su Excel e come elevare a potenza in Excel.

Modificare la visualizzazione dei dati

IMMAGINE QUI 6

La schermata che mostra il foglio di calcolo in Excel su iPad può eventualmente essere modificata sfruttando le opzioni disponibili nella scheda Visualizza, posta in alto.

Da lì, infatti, puoi abilitare la visualizzazione della barra della formula, della griglia, delle intestazioni, delle schede, puoi scegliere se attivare la visualizzazione da destra verso sinistra, se aumentare o ridurre lo zoom e se bloccare i riquadri:
basta fare tap sugli appositi interruttori e pulsanti.
Per maggiori riguardo l’ultima funzione, puoi leggere i miei tutorial su come bloccare una riga in Excel e come proteggere le celle in Excel.

Recandoti, invece, nella scheda Dati (che trovi sempre nella parte in alto dello schermo), puoi modificare l’ordinamento dei dati inseriti nel foglio di calcolo in maniera crescente o decrescente, puoi applicare degli appositi filtri e, ancora, puoi scegliere di rendere visibili o meno i dettagli.

Salvare, condividere e stampare un foglio di calcolo

IMMAGINE QUI 7

Hai finalmente capito come utilizzare Excel su iPad, hai terminato il lavoro svolto sul tuo foglio di calcolo e vorresti salvare il file oppure condividerlo?
Ti spiego subito come fare, è un gioco da ragazzi.

Nel primo caso, ti basta uscire dal foglio premendo sul bottone con la freccia verso sinistra che trovi in alto a sinistra.
Facendo ciò, il salvataggio verrà effettuato in maniera automatica.
Quello che otterrai sarà un documento nel formato standard XLSX.

Puoi altresì salvare il documento premendo sul pulsante con il simbolo […] e il foglio (che trovi sempre in alto a sinistra) e, successivamente, sul bottone Salva.
Indica poi il nome che intendi assegnare al file e la posizione in cui desideri archiviarlo e il gioco è fatto.

Se desideri salvare il documento in PDF oppure in ODS, premi sul pulsante con il simbolo […] e il foglio, seleziona la voce Esporta e scegli il formato che preferisci dal relativo menu.

Per quanto riguarda la condivisione, invece, premi sul pulsante con la freccia collocato in alto a destra, seleziona la voce Invita persone dal menu che compare e scegli se salvare la cartella di lavoro che stai per creare per condividerla, facendo tap sul bottone Salva, oppure se inviare una copia del documento tramite email o altre app, selezionando la dicitura Invia una copia.

Ti segnalo altresì la possibilità di stampare il foglio di calcolo direttamente dal tuo iPad.
Per riuscirci, fai tap sul pulsante con il simbolo […] e il foglio posto in alto a sinistra, seleziona la voce Stampa dal menu che si apre e poi la dicitura AirPrint.
Regola, infine, le opzioni relative alla stampa (orientamento, formato carta ecc.) e fai tap sul bottone Avanti e sulla voce Stampa.
Se qualche passaggio non ti è chiaro, consulta la mia guida su come stampare da iPad.

Altre app per utilizzare Excel su iPad

IMMAGINE QUI 8

L’uso di Excel sul tuo iPad non ti ha convinto in maniera particolare e vorresti allora sapere se esiste qualche app alternativa mediante cui lavorare sui fogli di calcolo?
Beh, certo che ce ne sono, e qui di seguito trovi indicate quelle che ritengono essere le migliori.

  • Numbers – si tratta dell’app distribuita direttamente da Apple per creare, visualizzare e modificare i fogli di calcolo.
    È compatibile anche con i file creati con Excel e il funzionamento non è poi così dissimile da quello della famosa applicazione di Microsoft.
    È gratis.
  • Fogli di Google – applicazione distribuita da Google che consente di lavorare sui fogli di calcolo sia in locale che online, sfruttando il servizio di cloud storage proprietario Google Drive.
    Gratis.
  • WPS Office – app che consente di gestire documenti di testo, fogli di calcolo e presentazioni, sia localmente che mediante i più diffusi servizi di cloud storage.
    È gratis, ma per usufruire di tutte le funzioni offerte bisogna sottoscrivere un apposito abbonamento tramite acquisti in-app (a partire da 3,99 euro/mese).
  • Polaris Office – ottima app grazie alla quale è possibile gestire i documenti realizzati con Microsoft Office e con Google Drive.
    È gratis, ma tramite acquisti in-app (al costo base di 3,99 euro) è possibile sbloccare funzioni aggiuntive.

come trasformare txt in excel

come trasformare txt in excel

Hai un file di testo contente una lista di nomi o di prodotti con relativi prezzi di vendita al pubblico, vorresti importare questi dati in un foglio di Excel ma non sai come fare?
Niente panico, ci sono qui io a darti una mano.

Excel include una praticissima funzione che permette di importare i dati presenti presenti nei file di testo semplici (quelli con estensione TXT) all’interno dei fogli di calcolo e suddividerli in celle usando una serie di filtri intelligenti. Utilizzando questa soluzione potrai avere ciascun nome, titolo o prezzo in una cella a sé stante e gestire le informazioni in comodità sfruttando appieno le potenzialità dei fogli di calcolo.

Come dici?
Non hai Microsoft Office installato sul computer?
Nessun problema.
Esistono delle ottime soluzioni alternative, anche online, compatibili con tutti i principali sistemi operativi per PC che consentono di ottenere lo stesso risultato.
Allora, si puoi sapere che aspetti?
Se vuoi scoprire come trasformare TXT in Excel, rimboccati subito le maniche e prova a seguire le indicazioni che trovi qui sotto.
Sarà tutto molto più facile di quello che immagini, te l’assicuro!

Microsoft Excel (Windows/Mac)

Se sul tuo computer c’è installata una versione recente di Office (dalla 2007 in poi), tutto quello che devi fare per trasformare TXT in Excel è creare una nuova cartella di lavoro avviando l’applicazione e selezionando il modello Cartella di lavoro vuota dalla sua schermata iniziale.

A questo punto, seleziona la scheda Dati dalla barra degli strumenti di Excel, clicca sul pulsante Da testo (collocato in alto a sinistra) e seleziona il documento in formato TXT contenente le informazioni che vuoi aggiungere al foglio di calcolo. Nella finestra che si apre, accertati che ci sia il segno di spunta accanto alla voce Delimitato, scegli se importare i dati partendo dalla prima riga o da un’altra riga del documento TXT impostando un valore di tua scelta nell’apposito campo di testo e premi sul pulsante Avanti.

IMMAGINE QUI 1

Adesso devi scegliere in base a quali valori suddividere i dati all’interno delle celle della cartella di lavoro:
selezionando tabulazione, spazio, virgola e punto e virgola tutti i valori separati con una virgola o un punto e virgola all’interno del documento originale nel foglio di calcolo verranno suddivisi in celle orizzontali, mentre le celle verticali verranno suddivise usando come punto di riferimento il passaggio al rigo successivo nel file TXT.
Se ci sono altri simboli in base ai quali desideri suddividere le celle, metti la spunta accanto alla voce Altro e specifica il carattere da usare come divisore nel campo di testo adiacente.

Per finire, clicca sul pulsante Avanti, scegli se formattare le celle del foglio di calcolo come testo, data o valore generale e fai click su Fine per trasferire tutti i dati dal file TXT al documento di Excel.
Se vuoi personalizzare i separatori dei decimali e delle migliaia usati da Excel per riconoscere le cifre all’interno del file TXT clicca sul pulsante Avanzate.

Al termine dell’importazione puoi salvare il tuo foglio di calcolo normalmente, cliccando sull’icona del floppy disk collocata in alto a sinistra (o selezionando la voce Salva con nome dal menu File), cliccando sulle icone Computer > Sfoglia e scegliendo la cartella in cui esportare la cartella di lavoro.

Numbers (Mac)

Hai un Mac?
Allora molto probabilmente avrai installato anche Numbers, l’alternativa di Apple ad Excel.
Ebbene, sappi che puoi usare Numbers per trasformare un file TXT in Excel in maniera semplicissima.
Tutto quello che devi fare è avviare Numbers, trascinare il file TXT che desideri trasformare in Excel sull’icona dell’applicazione presente sulla barra Dock e attendere qualche secondo affinché il file venga elaborato.

IMMAGINE QUI 2

Se il trascinamento del file TXT sull’icona di Numbers non funziona, prova ad aprire il documento “manualmente” avviando Numbers, selezionando la voce Apri dal menu File che si trova in alto a sinistra e seleziona il file TXT da convertire in Excel.

LibreOffice (Windows/Mac/Linux)

Se non hai Microsoft Office installato sul computer, puoi trasformare TXT in Excel anche con LibreOfficeOpenOffice.
Di cosa si tratta?
Qualora non ne avessi mai sentito parlare, LibreOffice e OpenOffice due suite per la produttività gratuite ed open source che offrono (quasi) tutte le funzioni di Microsoft Office a costo zero.
Sono entrambe multi-piattaforma, quindi funzionano con tutti i sistemi operativi più diffusi su computer (Windows, macOS e Linux) e la loro interfaccia è tradotta completamente in italiano.
Sono entrambe molto valide, ma io personalmente ti consiglio LibreOffice che ha uno sviluppo più attivo e qualche funzione in più.

Per scaricare LibreOffice sul tuo computer, collegati al suo sito Internet ufficiale e fai click sul pulsante Scaricate la versione xx.
Se utilizzi un Mac, oltre al pacchetto d’installazione del programma devi scaricare anche un pacchetto di traduzione in italiano (non necessario su Windows), quindi clicca anche sul pulsante Interfaccia utente tradotta.
A download completato, se utilizzi un PC Windows, apri il file LibreOffice_xx_Win_x86.msi e porta a termine l’installazione di LibreOffice cliccando prima su Esegui e poi su Avanti, AvantiInstalla e Fine.

IMMAGINE QUI 3

Se utilizzi un Mac, apri il pacchetto dmg che contiene LibreOffice, trascina l’icona della suite nella cartella Applicazioni di macOS e avvia quest’ultima facendo click destro sulla sua icona e selezionando la voce Apri dal menu che compare (questo serve ad avviare LibreOffice anche se proviene da uno sviluppatore non certificato da Apple, l’operazione va eseguita solo al primo avvio).

Successivamente, chiudi LibreOffice, apri il pacchetto dmg del language pack e avvia l’installazione del pacchetto di traduzione facendo click destro sull’icona LibreOffice Language Pack, selezionando la voce Apri dal menu che compare e cliccando sul pulsante Installa per due volte consecutive.

Bene adesso sei pronto per passare all’azione! Avvia dunque LibreOffice, crea un nuovo Foglio elettronico Calc ciccando sull’apposita voce collocata nella barra laterale di sinistra e seleziona la voce Inserisci Foglio da file dal menu Foglio.

A questo punto, selezione il file TXT da cui importare i dati, metti la spunta accanto alle voci Tabulazione, Virgola e Punto e virgola oppure Altro per indicare i criteri in base ai quali separare i valori nelle celle e clicca su OK due volte consecutive per completare il lavoro.

IMMAGINE QUI 4

In conclusione, devi salvare normalmente il foglio di lavoro cliccando sull’icona del floppy disk collocata in alto a sinistra e selezionare come formato di output uno dei formati di file di Excel:
XLS o XLSX (anche se nulla osta all’utilizzo del formato OpenDocument ODS).

Se ti serve una mano per installare LibreOffice su Windows e Mac OS X, scopri come fare leggendo il mio tutorial su come aprire i file ODG.

Google Drive (Online)

Se non hai Office sul PC e non vuoi perdere tempo a installare nuovi programmi, puoi convertire i tuoi file TXT in fogli di Excel usando Google Drive:
il noto servizio di cloud storage di Google che include delle applicazioni per la produttività online.

Per convertire un file TXT in XLSX o ODS con Google Drive, collegati alla pagina iniziale del tuo Drive (devi effettuare l’accesso con un account Google), clicca sul pulsante Nuovo che si trova nella barra laterale di sinistra e seleziona la voce Fogli Google dal menu che compare.

Nella pagina che si apre (il foglio di calcolo), seleziona la voce Importa dal menu File che si trova in alto a sinistra.
Seleziona quindi la scheda Carica e trascina il documento TXT da convertire in Excel nella finestra del browser.

IMMAGINE QUI 5

Ad upload completato, scegli se indicare o meno un carattere separatore per separare i valori da inserire nelle celle del foglio di lavoro e clicca sul pulsante Importa per avviare la trasformazione del file TXT in Excel.

Per concludere, recati nel menu File > Scarica come di Google Drive (in alto a sinistra) e scegli se esportare il documento come file XLSX, ODS o in un altro formato di file che preferisci.
Più facile di così?!

come trasformare pdf in excel

come trasformare pdf in excel

Hai bisogno di apportare delle modifiche a una tabella o un vero e proprio foglio di lavoro contenuto in un documento PDF?
Se vuoi un consiglio, prendi questi file e convertili in un formato più consono alla circostanza:
XLS o XLSX.
Dopodiché apporta le modifiche desiderate direttamente con Excel o con un un altro software per l’elaborazione dei fogli di calcolo, come ad esempio LibreOffice Calc o Numbers di Apple.

Devi acquistare dei costosi software commerciali per riuscirci?
Assolutamente no! Se vuoi scoprire come trasformare PDF in Excel non devi far altro che collegarti a uno dei servizi online che sto per consigliarti e seguire le indicazioni che trovi di seguito.
In men che non si dica otterrai dei file XLS o XLSX pienamente compatibili con Microsoft Excel e altre applicazioni simili, quindi liberamente modificabili.

I servizi che trovi menzionati in questa guida sono tutti gratuiti e rispettano la privacy degli utenti cancellando automaticamente i file dai loro server entro qualche ora.
Inoltre sono compatibili con tutti i principali browser Web (Chrome, Firefox, Internet Explorer e Safari) e non richiedono alcun plugin particolare per funzionare (non necessitano né di Flash Player né di Java, tanto per intenderci).
Buon divertimento!

SmallPDF

IMMAGINE QUI 1

SmallPDF è uno dei migliori servizi Web per la modifica, la conversione e la creazione dei documenti in formato PDF.
Non richiede registrazioni per poter essere utilizzato e non presenta limiti di upload.
Come si usa?
Nulla di più facile, credimi.

Tutto quello che devi fare è collegarti alla sua pagina iniziale e trascinare il PDF che desideri trasformare in file di Excel (XLSX) nella finestra del browser.
Qualora il drag-and-drop, ossia il trascinamento del file, non dovesse funzionare, clicca sul pulsante Scegli file e seleziona il PDF “manualmente”.
Se vuoi, puoi anche caricare dei documenti dai tuoi account di Dropbox e Google Drive cliccando sulle apposite icone presenti sul pulsante di upload (in tal caso dovrai autorizzare il servizio a connettersi al tuo spazio di archiviazione online).

Al termine del caricamento, attendi qualche istante affinché il PDF venga elaborato dal servizio e premi sul bottone Scarica il file per salvare sul tuo PC il documento in formato Excel.

Online2PDF

IMMAGINE QUI 2

Online2PDF è un altro ottimo servizio di conversione gratuito.
Rispetto a SmallPDF offre il vantaggio di poter elaborare più documenti alla volta, ma ha anche un paio di lati negativi (se così li vogliamo definire):
aggiunge una piccola scritta ai file XLS o XLSX generati e prevede un limite di upload di 50MB o 100MB, a seconda se si carica un singolo documento o si convertono più documenti contemporaneamente.

Per trasformare PDF in Excel con Online2PDF, collegati alla pagina iniziale di quest’ultimo e trascina i file PDF da convertire sul pulsante Select files (altrimenti premi su quest’ultimo e seleziona i file “manualmente”).
Ad operazione completata, seleziona la voce Excel 2003 or older oppure la voce Excel 2007-2013 dal menu a tendina Convert to (a seconda se desideri ottenere dei file XLS o XLSX) e premi sul bottone Convert per avviare l’elaborazione dei documenti.

Al termine dell’upload partirà un breve processo di conversione e i file in formato Excel verranno scaricati automaticamente sul tuo computer.

ZamZar

IMMAGINE QUI 3

Da tenere altamente in considerazione c’è anche il popolarissimo ZamZar, uno dei convertitori online più famosi del mondo, il quale permette di elaborare più file contemporaneamente, non imprime scritte promozionali nei documenti, ma presenta un limite di upload di 100MB e richiede l’inserimento del proprio indirizzo email.

Per utilizzarlo, collegati alla sua pagina principale e trascina i PDF da convertire in file di Excel nel riquadro collocato sotto la dicitura Step 1.
Successivamente seleziona la voce xls o xlsx dal menu a tendina Step 2, digita il tuo indirizzo di posta elettronica (o un recapito email temporaneo) nel campo Step 3 e premi sul bottone Convert.

Entro pochi minuti riceverai direttamente nella tua casella di posta elettronica i link per scaricare i documenti in formato Excel ottenuti dai tuoi PDF.

CometDocs

IMMAGINE QUI 4

In conclusione ti voglio parlare di CometDocs, un altro servizio online che permette di convertire tra loro tantissimi tipi di file diversi.
Nella sua versione gratuita presente un limite di upload pari a 150MB e 5 file al mese, inoltre per svolgere il suo lavoro necessita dell’immissione di un indirizzo email valido da parte dell’utente.
Te lo consiglio solo se le altre soluzioni menzionate in precedenza non dovessero soddisfarti appieno.

Per utilizzare CometDocs, collegati alla sua pagina iniziale e trascina i file PDF da trasformare in XLSX nel riquadro collocato al centro dello schermo.
Qualora l’operazione non dovesse andare a buon fine, premi sul pulsante Upload che si trova in alto a sinistra e seleziona “manualmente” i documenti da convertire.

Successivamente, seleziona la scheda Convert, trascina l’icona del PDF nel riquadro che si trova in basso a sinistra e seleziona l’opzione to Excel dal menu centrale.
Infine, digita il tuo indirizzo di posta elettronica nel campo Enter your email, fai click sul pulsante Convert e attendi qualche minuto affinché ti arrivi il messaggio con all’interno i link per scaricare i tuoi documenti in formato XLSX.

come stampare un foglio excel

come stampare un foglio excel

Finalmente hai finito di lavorare sul tuo documento Excel ed è arrivato il momento di stamparlo.
Purtroppo, però, proprio perché non sei molto esperto di tecnologia, ti stai chiedendo come eseguire quest’operazione.
Le cose stanno in questo modo, dico bene?
Allora non devi preoccuparti, perché ci sono qui io a darti una mano.

Nella guida di oggi, infatti, ti illustrerò come stampare un foglio Excel utilizzando la classica versione del software per Windows e macOS, la sua versione online e la sua app per smartphone e tablet.
Inoltre, nel caso in cui volessi personalizzare alcune opzioni di stampa o visualizzare alcune informazioni presenti sul documento (come le formule o i commenti), ti indicherò alcune funzionalità che potrebbero sicuramente fare al caso tuo.
Per concludere, poi, ti spiegherò come effettuare la stampa di un documento Excel in formato PDF o in immagine.

La mia introduzione ti ha incuriosito, vero?
Allora che cosa stai aspettando?
Inizia immediatamente con la lettura di questa mia guida.
Non devi far altro che sederti comodamente e dedicarmi soltanto alcuni minuti del tuo tempo libero.
A me non resta altro da fare, se non augurarti una buona lettura e, soprattutto, un buon lavoro!

Indice

  • Come stampare un foglio Excel
    • Come stampare un foglio di lavoro Excel
    • Come stampare un foglio Excel in A4
    • Come stampare un foglio Excel in orizzontale
    • Come stampare foglio Excel senza margini
    • Come stampare un foglio Excel in una sola pagina
    • Come stampare foglio Excel ingrandito
    • Come stampare un foglio Excel con la griglia
    • Come stampare un foglio Excel con i commenti
    • Come stampare foglio Excel a colori
  • Come stampare un foglio Excel con le formule
  • Come stampare foglio Excel con sfondo
  • Come stampare un foglio Excel in PDF
  • Come stampare foglio Excel come immagine

Come stampare un foglio Excel

IMMAGINE QUI 1

Dopo aver lavorato sul tuo foglio Excel, è il momento di effettuarne la stampa.
Per prima cosa, nel caso in cui stessi utilizzando la versione desktop di Excel per Windows o macOS, fai doppio clic sul file Excel di tuo interesse, in modo da aprirlo.

In alternativa, avvia Microsoft Excel tramite la sua icona di avvio rapido e seleziona la dicitura Apri altri file di tipo Cartelle di lavoro.
Nella schermata che ti viene mostrata, scegli poi il tasto Sfoglia, seleziona il file da aprire e fai clic sul pulsante Apri.

Adesso che la cartella di lavoro è aperta, premi sulle voci File > Stampa che trovi nell’area in alto a sinistra di Microsoft Excel, per accedere alla sezione Impostazioni di Stampa.
Dopodiché seleziona la stampante da utilizzare (tramite il menu a tendina sotto la dicitura Stampante) e premi il tasto Stampa.

IMMAGINE QUI 2

Se agisci da pannello Web, tramite la versione gratuita di Excel Online, dopo aver effettuato l’accesso con il tuo account Microsoft e aperto il documento da stampare, seleziona le voci File > Stampa (in alto a sinistra) e premi il tasto Stampa.
A questo punto, nella schermata Impostazioni di stampa che ti viene mostrata, fai clic sul pulsante Stampa per confermare l’operazione.

Ora, in base al browser che utilizzi, ti verrà mostrato un ulteriore pannello di stampa.
Segui, quindi, le istruzioni a schermo per effettuare la stampa del documento.
In alternativa, puoi consultare questa mia guida, nella quale ti ho spiegato come eseguire la stampa di vari contenuti tramite browser Web.

IMMAGINE QUI 3

È possibile stampare una cartella di lavoro anche tramite l’app di Microsoft Excel disponibile gratuitamente per Android e iOS.
Per dispositivi Android superiori ai 10,1 pollici o per iPad Pro è richiesto il pagamento di un abbonamento a Office 365, a partire da 7 euro/mese o 69 euro/anno.

Nel caso utilizzassi l’app di Excel per dispositivi mobili, dunque, dopo aver effettuato l’accesso con il tuo account Microsoft e aperto il documento di lavoro, premi sull’icona , situata in alto a destra, e scegli la voce Stampa dal riquadro Opzioni di stampa che ti viene mostrato.
Nella schermata successiva, utilizza il menu a tendina in alto per scegliere la stampante da usare e premi poi sul tasto Stampa per confermare.

IMMAGINE QUI 4

Con i metodi che ti ho indicato nei paragrafi precedenti, verrà stampato il documento Excel con le impostazioni predefinite.
Nel caso volessi modificare alcuni parametri di stampa, ti consiglio di leggere i capitoli successivi del tutorial.

Come stampare un foglio di lavoro Excel (PC, online, mobile)

IMMAGINE QUI 5

Se hai una cartella di lavoro di Excel con diversi fogli, puoi decidere di stamparne uno soltanto, anziché inviare l’intero documento.
Per eseguire quest’operazione, fai clic sul foglio da stampare, utilizzando la corrispondente etichetta che trovi nell’area in basso.

Arrivato a questo punto, se agisci tramite la versione desktop di Excel, assicurati che sia selezionata la voce Stampa fogli attivi, che trovi sotto la dicitura Impostazioni, nella sezione Impostazioni di Stampa (File > Stampa).
Così facendo, inviando l’input di stampa (il tasto Stampa), verrà stampato tutto il contenuto del foglio di lavoro che stai visualizzando.

Tramite quest’opzione, puoi anche decidere di stampare l’intera cartella di lavoro, inclusi tutti i fogli di lavoro contenuti nel file Excel (Stampa intera cartella di lavoro) oppure soltanto le celle selezionate (Stampa selezione).

Nel caso in cui usassi Excel Online, nella schermata Impostazioni di stampa, assicurati che sia attiva la casella Foglio attivo e premi il pulsante Stampa per confermare l’operazione.

Per procedere dall’app di Microsoft Excel per dispositivi mobili, invece, nella sezione Opzioni di stampa, seleziona la voce Foglio attivo sotto la dicitura Cosa stampare e prosegui poi con la procedura di stampa.

Come stampare un foglio Excel in A4 (PC, online, mobile)

IMMAGINE QUI 6

Se, durante la stampa del documento Excel, ti sei accorto che l’area di stampa non occupa l’intero foglio (parliamo di un foglio standard in formato A4), probabilmente è perché sono state modificate le dimensioni del formato d’uscita.

Per verificare che effettivamente sia impostato il formato A4 sulla versione desktop di Excel, verifica che, nel pannello di stampa del documento, tra le opzioni che visualizzi, sia indicato il valore A4.
Se trovi una dicitura differente, come ad esempio A5, A6 o A3, devi fare clic su quest’ultima e scegliere, dal menu a tendina, il formato A4.

In alternativa, se non trovi questa dicitura tra le tante che ti vengono mostrate, premi sulla voce Imposta pagina, che trovi in basso, per visualizzare una nuova schermata.
Scegli, quindi, la scheda Pagina e imposta il valore A4, in corrispondenza della dicitura Formato.
Premi poi su OK per confermare i cambiamenti.

Su Excel Online, invece, nella schermata Impostazioni di stampa, scegli il valore A4 nel menu a tendina in corrispondenza della voce Formato carta e il gioco è fatto.

Per quanto riguarda l’app di Microsoft Excel per dispositivi mobili, il formato della carta può essere selezionato tramite l’apposita voce che si trova nel pannello Opzioni di stampa.
Assicurati, quindi, che all’interno di quest’ultimo sia impostato il valore ISO A4.

Come stampare un foglio Excel in orizzontale (PC, online, mobile)

IMMAGINE QUI 7

Nel caso in cui i dati presenti nel tuo documento Excel siano distribuiti su un’area orizzontale, potresti preferire cambiare l’orientamento della stampa, per evitare che il foglio venga stampato su più pagine.

A tal proposito, se utilizzi la versione desktop di Excel, cambia la voce da Orientamento verticale a Orientamento orizzontale nel pannello di stampa.
Se non dovessi visualizzare quest’opzione, premi sulla dicitura Imposta pagina, che trovi in basso, per aprire una nuova schermata.
Seleziona poi la scheda Pagina e attiva la casella Orizzontale, in corrispondenza della voce Orientamento, premendo poi il tasto OK per confermare.

Per quanto riguarda Excel Online, invece, nella schermata Impostazioni di stampa, seleziona la casella Orizzontale, che trovi sotto la voce Orientamento pagina e il gioco è fatto.

Utilizzando l’app di Microsoft Excel per smartphone e tablet, puoi modificare l’orientamento della pagina dal pannello Opzioni di stampa, scegliendo la voce Orizzontale nel menu a tendina sotto la voce Orientamento.
Facile, vero?

Come stampare foglio Excel senza margini (PC)

IMMAGINE QUI 8

Nella versione desktop di Microsoft Excel, è possibile modificare i margini di stampa in modo da ridurli al minimo.
Purtroppo non è possibile annullare completamente il margine, in quanto ogni stampante mantiene un margine di sicurezza lungo tutti i lati del foglio, per evitare che l’inchiostro o le polveri del toner possano imbrattare i meccanismi.

Nel caso volessi ridurre al minimo i margini individua, nel pannello di stampa, la voce Margini normale e fai clic su di essa e scegli l’opzione Stretto dal menu che ti viene proposto, in modo da ridurre al minimo i margini tramite uno dei modelli predefiniti di Microsoft Excel.

In alternativa, premi sulla dicitura Imposta pagina e seleziona la scheda Margini.
Adesso non devi far altro che azzerare tutti i valori che trovi in corrispondenza delle diciture Superiore, Inferiore, Sinistro e Destro, confermando poi il tutto tramite la pressione del tasto OK.

Ti avviso che azzerare i valori comporta comunque l’impostazione automatica di un margine minimo di sicurezza, così come ti ho già anticipato all’inizio di questo capitolo.

Come stampare un foglio Excel in una sola pagina (PC, online, mobile)

IMMAGINE QUI 9

Se, dall’anteprima di stampa, hai notato che il documento Excel viene stampato su più pagine, nel caso in cui volessi far entrare tutto in un’unica facciata del foglio di carta, puoi procedere con le indicazioni che ti mostrerò nelle prossime righe.

Se agisci tramite la versione desktop di Excel, nel pannello di stampa, cambia la voce Nessuna scala in Adatta foglio su una pagina, tramite l’apposito menu a tendina.
In alternativa, premi sulla dicitura Imposta pagina, seleziona la scheda Pagina e attiva la casella Imposta al X% della dimensione normale, sotto la voce Proporzioni.
Dovrai indicare un valore in percentuale per la riduzione:
ti consiglio di procedere a tentativi, fino a ottenere il risultato da te desiderato.

Se utilizzi Excel Online, invece, nella schermata Impostazioni di stampa, scegli la voce Adatta foglio in una pagina, nel menu a tendina che trovi sotto la dicitura Proporzioni.

Per quanto riguarda l’app di Microsoft Excel per dispositivi mobili, devi scegliere la voce Adatta intero foglio, nel menu a tendina che trovi in corrispondenza della voce Ridimensionamento nel pannello con le opzioni di stampa.

Come stampare foglio Excel ingrandito (PC)

IMMAGINE QUI 10

Nel caso in cui volessi ingrandire il contenuto di un foglio di lavoro, dovrai seguire una procedura simile a quanto ti ho già indicato nel capitolo precedente.

Nella versione desktop di Microsoft Excel, premi sulla dicitura Imposta pagina e seleziona la scheda Pagina.
Fatto ciò, attiva la casella Imposta al X% della dimensione normale, che trovi proprio sotto la voce Proporzioni.

Bene! Ci siamo quasi.
Al fine di effettuare un ingrandimento della stampa del foglio Excel, indica come valore della percentuale qualsiasi numero a tua scelta superiore al 100:
maggiore sarà il numero, più grande sarà l’ingrandimento.
Ti consiglio di andare a tentativi, fino a quando troverai il valore che si adatta alle tue esigenze.

Come stampare un foglio Excel con la griglia (PC)

IMMAGINE QUI 11

Una tabella rappresentata su un foglio Excel può essere stampata con la griglia, senza alcun bisogno di applicare una formattazione sulle celle.
Quello che devi fare è semplicemente agire dal pannello di stampa.

Per fare ciò dalla versione desktop di Excel, premi sulla dicitura Imposta pagina e scegli la scheda Foglio.
Arrivato a questo punto, metti un segno di spunta sulla casella Griglia, che trovi nella sezione Stampa, e conferma l’operazione, premendo il tasto OK.

Come stampare un foglio Excel con i commenti (PC)

IMMAGINE QUI 12

Se sul foglio di lavoro hai allegato dei commenti, per facilitarti la comprensione di alcuni valori nelle celle, in fase di stampa puoi fare in modo che questi vengano pure impressi sul foglio di carta.

Per fare ciò, utilizzando Microsoft Excel sul computer, fai clic sulla voce Imposta pagina e seleziona la scheda Foglio nel pannello di stampa.
Successivamente, seleziona le voci Alla fine del foglio oppure Come visualizzato sul foglio, a fianco la voce Commenti, per abilitarne la stampa.

Come stampare foglio Excel a colori (PC, online, mobile)

IMMAGINE QUI 13

La stampa di un documento a colori dipende se la stampante di cui sei in possesso è, appunto, a colori.
Nel caso in cui lo fosse e dovessi riscontrare una stampa soltanto in bianco e nero, significa che sono state alterate alcune opzioni di stampa.

Sulla versione desktop di Excel, nel pannello di stampa, premi sulla voce Imposta pagina e scegli la scheda Foglio.
Assicurati quindi che la casella a fianco della dicitura Bianco e nero non sia attiva, altrimenti disattivala tu.

In alternativa, devi verificare che non sia attiva qualche altra opzione nel pannello di stampa, sia che tu agisca da PC tramite il software desktop o la versione online, sia da dispositivi mobili.
A tal proposito, ti consiglio di consultare la mia guida su come stampare a colori, nella quale ti ho spiegato come effettuare quest’operazione, agendo anche direttamente sulle impostazioni della stampante.

Come stampare un foglio Excel con le formule (PC)

IMMAGINE QUI 14

Se il tuo foglio Excel contiene diverse formule e volessi stamparle per intero, senza visualizzare i valori risultanti, quello che devi fare è prestare attenzione a quanto ti spiegherò nelle prossime righe.

Tramite Microsoft Excel per PC/Mac, dopo aver aperto la cartella di lavoro, seleziona la scheda Formule, che trovi nella barra in alto, e premi il tasto Mostra formule, situato nella sezione Verifica formule.

Così facendo, le formule verranno visualizzate per intero all’interno delle corrispondenti celle. Non ti resta, quindi, che effettuare la stampa tramite le procedure che ti ho indicato nel capitolo precedente e il gioco è fatto.

Come stampare foglio Excel con sfondo (PC)

IMMAGINE QUI 15

Sebbene la versione desktop di Microsoft Excel sia munita di una funzionalità per aggiungere un’immagine in background, in fase di stampa questa non verrà stampata.

Per aggirare questo inconveniente, puoi procedere facilmente aggiungendo un’immagine all’intestazione.
Per eseguire quest’operazione, seleziona la scheda Inserisci e premi sul tasto Intestazione e piè di pagina.
In questo modo, visualizzerai il foglio elettronico con delle aree superiori e inferiori, rispettivamente l’intestazione e il piè di pagina.

Spostati sull’area relativa all’intestazione e fai clic sul rettangolo centrale.
Nella casella di testo che ti viene mostrata, anziché digitare del testo, spostati nella scheda Progettazione in alto e premi sul tasto Immagine.
A questo punto, scegli un’immagine sul tuo PC o dal Web, per inserirla all’interno del documento.

Così facendo verrà aggiunta un’immagine come sfondo del foglio elettronico.
Nel caso volessi renderla trasparente, in modo da permette la facile lettura dell’intero documento, premi sul tasto Formato immagine, che trovi nella sezione Progettazione, e seleziona la scheda Immagine, nella schermata che ti viene mostrata.

Adesso, seleziona la voce Colore attenuati, nel menu a tendina a fianco la voce Colore, oppure modifica i valori di luminosità e contrasto, fino a ottenere il risultato desiderato.

Come stampare un foglio Excel in PDF (PC, online, mobile)

IMMAGINE QUI 16

La procedura di stampa di un foglio Excel in PDF è simile a quanto ti ho già spiegato in un capitolo precedente di questo tutorial.
Devi semplicemente seguire alla lettera quanto ti ho già illustrato, avendo però cura di selezionare, come stampante, quella denominata PDF.
Nel caso in cui dovessi avere qualche dubbio sulla procedura sopra esposta, ti consiglio di leggere questa mia guida, nella quale ti spiego come utilizzare la stampante virtuale PDF su PC e su smartphone e tablet.

In alternativa, con la versione desktop di Microsoft Excel, puoi esportare un documento direttamente in PDF, senza effettuare alcuna procedura di stampa.
Per compiere quest’operazione, fai clic sulle voci File > Esporta (in alto a sinistra), seleziona la dicitura Crea documento PDF/XPS nel menu che si apre e premi sul pulsante Crea PDF/XPS.

A questo punto, non devi far altro che scegliere la cartella di destinazione sul disco locale e premere poi sul tasto Pubblica.
In alternativa, puoi pensare di effettuare la conversione del documento Excel in PDF utilizzando strumenti di terze parti, come quelli che ti ho illustrato nella mia guida su come convertire file Excel in PDF.

Come stampare foglio Excel come immagine (PC, online, mobile)

IMMAGINE QUI 17

Un foglio Excel non può essere direttamente convertito in un file immagine, in quanto non è presente alcuna funzionalità nativa che possa permettere quest’operazione.

Nel caso, però, fossi intenzionato a creare un file immagine del tuo foglio Excel, puoi procedere attraverso degli strumenti di conversione, di cui ti ho parlato nella mia guida su come convertire in JPG oppure in quella su come convertire online.

In alternativa, puoi semplicemente creare uno screenshot dell’area di lavoro, utilizzando gli strumenti predefiniti che trovi sui PC con Windows e macOS oppure su smartphone e tablet con Android e iOS.
A tal proposito, ti consiglio di leggere questa mia guida dedicata all’argomento.

come sovrapporre due grafici in excel

come sovrapporre due grafici in excel

Hai bisogno di creare un grafico di Excel molto chiaro e comprensibile per tutti che metta a confronto due dati differenti?
Che ne dici di creare un grafico “doppio”, ossia di sovrapporre in un unico grafico due tipologie di rappresentazioni grafiche diverse?
Lo so, detta così sembra un’operazione un po’ strana, ma in realtà è tutto molto più semplice di quello che credi.

Se vuoi un esempio pratico di quello che sto dicendo, ecco una rapida guida sucome sovrapporre due grafici in Excel in cui ho messo a confronto entrate e uscite giornaliere di un’attività creando un grafico misto istogramma-grafico a linee molto efficace sotto il punto di vista visivo.
Provaci anche tu, magari sperimentando altri tipi di grafici (la procedura da seguire è sempre la stessa) e non te ne pentirai.

Io per il tutorial ho utilizzato Office 2016 per Windows e macOS, che al momento in cui scrivo è la versione più recente della suite.
In ogni caso le indicazioni riportate di seguito dovrebbero risultare valide per tutte le versioni di Excel più recenti, dalla 2007 in poi (cioè per tutte le versioni del programma dotate di interfaccia a schede, detta Ribbon).
Inoltre, se sul tuo PC non c’è installato Excel, nella seconda parte dell’articolo troverai anche delle indicazioni per agire tramite LibreOffice, una validissima alternativa gratuita e open source a Microsoft Office, e in Google Drive, la suite per la produttività online di Google.
Detto questo, non mi resta altro che augurarti buona lettura e buon lavoro!

Indice

  • Sovrapporre due grafici in Excel su PC e Mac
    • Metodo alternativo
  • Sovrapporre due grafici Excel in LibreOffice
  • Sovrapporre due grafici Excel in Google Drive

Sovrapporre due grafici in Excel su PC e Mac

La prima mossa che devi compiere se vuoi imparare come sovrapporre due grafici in Excel è aprire il foglio di calcolo contenente i dati che vuoi usare per creare il tuo “grafico doppio” e selezionare tutte le informazioni che vuoi comprendere nel grafico con il mouse (nel mio caso Entrate e Uscite giornaliere di un’attività).
A questo punto, seleziona la scheda Inserisci nella barra degli strumenti di Excel e seleziona il tipo di grafico da inserire nel tuo foglio di lavoro.
Io ho optato per un Istogramma (l’icona con le due barre verticali), e più precisamente per un grafico con colonne raggruppate.

IMMAGINE QUI 1

Adesso, seleziona i dati che vuoi “separare” e rappresentare in maniera alternativa all’interno del grafico appena creato (nel mio caso le Entrate), recati nella scheda Progettazione di Excel e clicca sul pulsante Cambia tipo di grafico.

Nella finestra che si apre, assicurati che nella barra laterale di sinistra ci sia selezionata la voce Combinati, espandi il menu a tendina relativo al dato che vuoi esporre con un grafico di tipo diverso (nel mio caso le Entrate), scegli il tipo di grafico “secondario” che vuoi creare (io ho scelto Grafico a linee > Linee con indicatori) e clicca sul pulsante OK per salvare le impostazioni.

IMMAGINE QUI 2

Ora i dati rappresentati all’interno del tuo grafico dovrebbero avere due configurazioni diverse:
una a colonne ed una a linee con indicatori.
Per grosse linee, sei quindi già riuscito a sovrapporre due grafici in Excel ma devi perfezionare il lavoro.

Seleziona quindi il grafico secondario che hai creato (nel mio caso le linee con indicatori), recati nella scheda Formato di Excel e clicca sul pulsante Formato selezione collocato in alto a sinistra.
Nella barra che compare di lato, metti il segno di spunta accanto alla voce Asse secondario per impostare la parte di grafico illustrata con le linee come asse secondario e clicca sul pulsante x per salvare i cambiamenti.

IMMAGINE QUI 3

Infine, seleziona il grafico, recati nella scheda Progettazione di Excel e seleziona il tema visuale che vuoi applicare al tuo grafico dal menu Stili grafici per renderlo più chiaro ed accattivante.
Missione compiuta!

Metodo alternativo

Se non vuoi creare un grafico avente due stili diversi (es.
colonne raggruppate e linee con indicatori), bandì sovrapporre due grafici differenti presenti nel tuo foglio di calcolo, devi seguire una procedura diversa.

Tanto per cominciare, devi creare due grafici seguendo le indicazioni che ti ho dato in precedenza (e che sicuramente conosci già a memoria).
Ad operazione completata, clicca sul grafico da sovrapporre al primo, clicca sull’icona del secchiello che compare nella barra laterale di destra, espandi il menu Riempimento e apponi il segno di spunta accanto alla voce Nessun riempimento.

A questo punto, lo sfondo del grafico che hai selezionato dovrebbe essere diventato trasparente e, di conseguenza, dovresti poter essere in grado di trascinare quest’ultimo sul grafico primario, sovrapponendoli.
Se vuoi, puoi usare gli indicatori che compaiono ai lati del grafico sovrapposto per ridimensionare quest’ultimo e spostarlo nel punto esatto del grafico primario che desideri.

IMMAGINE QUI 4

Come vedi, non era complicato sovrapporre due grafici di tipo diverso in Excel, in ogni caso puoi trovare maggiori informazioni e dettagli tecnici avanzati su questa procedura sul sito Internet di Microsoft Office.
Buon lavoro!

Nota: Excel è disponibile anche sotto forma di servizio Web (Excel Online), accessibile da qualsiasi browser a costo zero, e sotto forma di app per Android, iOS e Windows 10 Mobile (gratis per tutti i device con dimensioni pari o inferiori ai 10.1”), ma purtroppo nessuna di queste versioni del software permette di sovrapporre i grafici.

Sovrapporre due grafici Excel in LibreOffice

IMMAGINE QUI 5

Non volendo pagare un abbonamento mensile o una costosa licenza per l’utilizzo di Microsoft Excel, hai deciso di sostituire quest’ultimo con LibreOffice?
Nessun problema, anche Calc, il software per l’elaborazione dei fogli di calcolo contenuto in LibreOffice, permette di sovrapporre i grafici in maniera molto semplice.

Per sovrapporre due grafici in LibreOffice Calc, non devi far altro che aprire il documento su cui operare e, se necessario, creare i due grafici da sovrapporre.
Se non sai come creare un grafico, sappi che basta selezionare le celle che contengono i dati sui quali costruire il grafico e selezionare la voce Grafico dal menu Inserisci (in alto).

Una volta creati i grafici di tuo interesse (ad esempio, uno per le entrate e uno per le uscite), devi fare doppio clic sul grafico da sovrapporre a quello primario e cliccare sull’icona Area del grafico (il quadrato arancione) che compare in alto a sinistra nella barra degli strumenti di Calc.
Nella finestra che si apre, clicca sul pulsante Senza, poi su OK e il gioco è fatto.

IMMAGINE QUI 6

A primo acchito, lo sfondo del grafico potrebbe sembrare bianco come prima.
In realtà, però, cliccando fuori dal grafico, lo sfondo di quest’ultimo diverrà trasparente.
Una volta ottenuto lo sfondo trasparente, non ti resta che cliccare sul grafico, tenere premuto il tasto sinistro del mouse e trascinarlo sul grafico primario.

Se vuoi, puoi ridimensionare il grafico sovrapposto e, quindi, adattarlo al meglio al grafico primario usando gli indicatori che si trovano ai suoi bordi.
Non è stato difficile, vero?!

Sovrapporre due grafici Excel in Google Drive

IMMAGINE QUI 7

Hai l’urgenza di sovrapporre due grafici in un foglio Excel ma sul PC che stai utilizzando in questo momento non è presente alcun software per l’elaborazione dei fogli di calcolo?
Niente panico:
rivolgendoti a Google Drive, il servizio di cloud storage di Google che al suo interno comprende una suite per la produttività completa, puoi creare e modificare file Excel direttamente dal browser.
Tutto quello di cui hai bisogno è un account Google (e se non ne hai uno, puoi crearlo seguendo i consigli presenti nella mia guida su come creare un nuovo account Google).

Una volta aperta la pagina principale di Google Drive e aver effettuato il login con il tuo account Google, puoi scegliere di caricare un file Excel già esistente o di crearne uno nuovo.
Nel primo caso, devi trascinare il file nella finestra del browser, attendere qualche secondo affinché venga caricato online e aprirlo (cliccando prima sul suo nome e poi selezionando la voce Fogli Google dal menu a tendina Apri con, in alto).
Per creare un nuovo file, invece, devi premere sul pulsante + Nuovo presente nella barra laterale di sinistra e selezionare la voce Fogli Google dal menu che si apre.

Adesso, se i grafici non sono già presenti all’interno del foglio di calcolo, creali selezionando le celle che contengono i dati di tuo interesse e poi scegliendo la voce Grafico dal menu Inserisci (in alto).
Puoi scegliere la tipologia di grafico da creare usando il menu a tendina Tipo di grafico che compare nella barra laterale di destra.

Una volta creati i due grafici, seleziona, tramite doppio clic, quello da sovrapporre al primo e seleziona la scheda Personalizzati dalla barra che compare sulla destra.
Espandi, quindi, il menu a tendina Stile del grafico e imposta il colore sfondo su Nessuno.
Fatto ciò, seleziona il grafico, trascinalo sull’altro grafico in modo da sovrapporlo a quest’ultimo e, se necessario, ridimensionalo usando gli indicatori che compaiono ai lati.

Quando sei soddisfatto del risultato ottenuto, scarica il tuo foglio Excel con i grafici sovrapposti selezionando le voci Scarica come > Microsoft Excel (.xlsx) dal menu File che si trova in alto a sinistra.

come sottrarre con excel

come sottrarre con excel

Viste le numerose richieste che mi arrivano a riguardo, oggi voglio proseguire nella mia serie di post su come usare Excel soffermandomi su una delle operazioni più comuni che si possono svolgere con il programma per l’elaborazione dei fogli di calcolo sviluppato da Microsoft:
le sottrazioni.

Se non sai ancora come sottrarre con Excel o comunque vorresti approfondire l’argomento, prenditi cinque minuti di tempo libero e leggi la guida che sto per proporti, ti tornerà sicuramente utile.
In men che non si dica scopriremo, insieme, come sottrarre i valori presenti in una o più celle del foglio di calcolo, come sottrarre i valori presenti in una o più colonne e come effettuare sottrazioni delle ore.

Io per il tutorial utilizzerò Excel 2016, che è disponibile sia per Windows che per macOS, ma le indicazioni presenti nell’articolo valgono per tutte le versioni più recenti del software Microsoft, più precisamente per tutte quelle che hanno la barra degli strumenti strutturata in schede (quindi dalla 2007 in poi).
Che altro dire?
Se stai muovendo i primi passi in Excel e vuoi dei chiarimenti relativi alle funzioni di sottrazione, continua a leggere, trovi tutte le informazioni di cui hi bisogno proprio qui sotto!

Come fare sottrazioni in Excel

Cominciamo dalle basi, ossia da come sottrarre con Excel due numeri semplici.
Per effettuare una sottrazione in Excel, devi cliccare sulla cella in cui desideri che compaia il risultato dell’operazione e digitare questa formula =xx-xx dove al posto di xx e xx vanno inserite le cifre da sottrarre.
Ad esempio, se vuoi visualizzare il risultato di 5-2 in una cella, devi selezionare quest’ultima, digitare la formula =5-2 e premere il tasto Invio sulla tastiera del PC.
Nel foglio di calcolo comparirà automaticamente il numero 3, ossia il risultato dell’operazione.

IMMAGINE QUI 1

Nell’esempio che ho appena fatto, ho usato solo due numeri ma sappi che puoi effettuare anche sottrazioni più complesse usando la stessa formula.
Ad esempio, se vuoi svolgere l’operazione 10-5-2 non devi far altro che cliccare nella cella di Excel in cui desideri visualizzare il risultato della sottrazione e digitare =10-5-2.
Come per magia, nel foglio di calcolo comparirà il numero 3, cioè il risultato dell’operazione.

Vuoi sottrarre lo stesso valore da un gruppo di celle del tuo foglio di calcolo?
Facilissimo.
Digita il valore che desideri sottrarre in una cella del foglio di calcolo e copialo usando l’apposita funzione presente nella barra degli strumenti di Excel (oppure premendo la combinazione di tasti Ctrl+C sulla tastiera del PC). Dopodiché seleziona le celle dalle quali intendi sottrarre il valore, clicca sulla freccia che si trova sotto il pulsante Incolla di Excel (in alto a sinistra nella scheda Home del programma) e seleziona la voce Incolla speciale dal menu che compare.

Nella finestra che si apre, metti il segno di spunta accanto alle voci TuttoSottrai, clicca sul pulsante OK e il gioco è fatto.
Tutti i valori contenuti nelle celle verranno diminuiti in base al valore selezionato in precedenza.

IMMAGINE QUI 2

Come sottrarre celle in Excel

Adesso sai come sottrarre con Excel numeri semplici, ma se volessi sottrarre i numeri già compresi nel foglio di calcolo senza doverli riscrivere uno ad uno?
Nulla di più facile, basta usare la stessa formula usata per i numeri semplici sostituendo ad essi le coordinate delle celle da sottrarre.
Facciamo un esempio pratico.

Se nel foglio di calcolo su cui stai lavorando ci sono il numero 5 nella cella A1 e il numero 2 nella cella B1 e vuoi fare una sottrazione fra questi due valori, ti basterà cliccare sulla cella in cui visualizzare il risultato dell’operazione e digitare la formula =A1-B1.
Nella cella selezionata comparirà il numero 3, ossia il risultato della sottrazione.

IMMAGINE QUI 3

Le sottrazioni delle celle, così come le sottrazioni dei singoli valori numerici, possono comprendere più di due valori.
Questo significa che puoi sottrarre tre o più celle semplicemente adeguando la formula vista precedentemente insieme (es. =A1-B1-C1 per sottrarre i valori presenti all’interno delle celle A1, B1 e C1). Cambiando i valori presenti all’interno delle celle, il risultato dell’operazione cambierà automaticamente.

Per concludere questo paragrafo del tutorial voglio svelarti un piccolo trucco:
se selezioni il risultato della formula (es. =A1-B1) con il mouse e trascini verso il basso il rettangolo che compare sulla destra, nelle celle sottostanti verranno effettuate automaticamente le sottrazioni delle celle successive a quelle indicate nella formula originale (es.
=A2-B2 nel secondo rigo del foglio di calcolo, =A3-B3 nel terzo rigo del foglio di calcolo e così via).

IMMAGINE QUI 4

Come sottrarre colonne in Excel

Hai bisogno di sottrarre tutti i numeri presenti in una determinata colonna del foglio di calcolo (es.
da A1 ad A4)?
Non ti preoccupare, nemmeno in questo caso c’è bisogno di digitare formule chilometriche o riportare “manualmente” tutti i numeri.
Tutto quello che devi fare è cliccare nella cella in cui visualizzare il risultato della sottrazione ed usare la formula =A1-(SOMMA(A2:A4)) dove al posto di A1 devi inserire le coordinate della prima cella della colonna e al posto di A2:A4 le coordinate della seconda e dell’ultima cella della colonna di cui eseguire la sottrazione.
In parole povere devi fare in modo che Excel faccia la sottrazione del primo valore della colonna (nel mio esempio A1) e della somma dei restanti valori (nel mio esempio le celle che vanno da A2 ad A4).

IMMAGINE QUI 5

Vuoi sottrarre i valori complessivi di due o più colonne presenti nel foglio di calcolo?
In questo caso devi utilizzare la seguente formula: =(SOMMA(A:A))-(SOMMA(B:B))-(SOMMA(C:C)) dove al posto di A:A, B:B ecc.
devi inserire le lettere delle colonne da sottrarre.

IMMAGINE QUI 6

Come sottrarre le ore in Excel

La funzione sottrazione di Excel permette anche di calcolare la differenza fra due orari.
Se, ad esempio, vuoi calcolare il numero di ore che hai lavorato a un determinato progetto nell’arco della settimana, puoi utilizzare la formula =C2-B2, dove al posto di C2 devi inserire le coordinate della cella in cui c’è scritto l’orario di fine dei lavori e al posto di B2 devi inserire le coordinate della cella in cui c’è scritto l’orario di inizio dei lavori.

Affinché il calcolo venga portato correttamente a termine, devi impostare il formato Ora nelle celle con gli orari e con la formula della sottrazione (selezionando l’apposita voce dal menu a tendina Generale che si trova nella scheda Home di Excel)  e devi digitare gli orari usando la formattazione hh:mm:ss (es.
10:00:00 per indicare le dieci in punto).

Come spiegato in precedenza per la sottrazione delle celle, se selezioni il risultato della formula con il mouse e trascini verso il basso il rettangolo che compare sulla destra, puoi calcolare automaticamente la differenza di ore nelle celle sottostanti.

IMMAGINE QUI 7

La tecnica appena vista insieme per gli orari può essere applicata anche per calcolare la differenza fra due date.
Se, ad esempio, nel tuo foglio di calcolo hai appuntato la data di inizio e di fine di un progetto, puoi calcolare la differenza fra le due date (cioè il numero di giorni che è passato tra l’inizio e la fine del progetto) usando la formula =B2-A2, dove al posto di B2 devi inserire le coordinate della cella in cui c’è indicata la data di fine del progetto e al posto di A2 devi inserire le coordinate della cella in cui c’è indicata la data di inizio del progetto.

Affinché il calcolo venga effettuato correttamente, le celle con le date devono essere nel formato Data in cifre, mentre quella con la formula deve essere nel formato Generale.
Per modificare il formato delle celle, utilizza l’apposito menu a tendina che si trova nella scheda Home di Excel.

IMMAGINE QUI 8

Tutte le funzioni di cui mi sono occupato in questo tutorial sono disponibili anche nelle applicazioni mobile di Excel per smartphone e tablet.

Se ti servono maggiori informazioni e/o qualche passaggio della guida non ti è chiaro, consulta il sito Internet di Microsoft, dove puoi trovare un lungo articolo dedicato alle funzioni di somma e sottrazione di Excel.

come sorteggiare con excel

come sorteggiare con excel

Hai bisogno di effettuare un sorteggio tra una lista di nomi per decretare il vincitore di un contest che hai organizzato sul tuo blog?
Hai bisogno di estrarre a sorte dei numeri per stabilire chi andrà ad aggiudicarsi il premio della pesca che hai organizzato?
Non c’è bisogno di chissà quale software o servizio online, basta usare Microsoft Excel.

Forse non ne eri a conoscenza, ma devi sapere che è possibile sfruttare le potenzialità del popolare programma per l’elaborazione di fogli di calcolo incluso nel pacchetto Office per realizzare un elenco di nomi o valori ed estrarli a sorte:
tutto nel giro di pochi clic (o tap).
Sei curioso di capire come si fa?
E allora concentrati sulla lettura di questo mio tutorial incentrato proprio su come sorteggiare con Excel.

Nelle righe successive, andremo a scoprire in maniera semplice ma allo stesso tempo dettagliata come effettuare l’operazione in questione impiegando Excel da computer (sia nella classica versione per Windows e macOS che in versione Web), ma anche da smartphone e tablet, utilizzando l’app di Excel per Android e iOS.
Ora però basta chiacchierare e passiamo all’azione.
Ti auguro, come mio solito, una buona lettura e ti faccio un grandissimo in bocca al lupo per ogni cosa!

Indice

  • Informazioni preliminari
  • Come sorteggiare con Excel
    • Computer
    • Online
    • Smartphone e tablet

Informazioni preliminari

IMMAGINE QUI 1

Prima di entrare nel vivo del tutorial e, dunque, andare a scoprire come sorteggiare con Excel, devi provvedere a scaricare e installare il famoso programma di Microsoft sul tuo computer, sul tuo smartphone e/o sul tuo tablet.
Per capire in che modo procedere, qualora non avessi già provveduto, puoi consultare il mio tutorial dedicato in maniera specifica a come scaricare Excel.

Per quel che concerne, invece, la versione online di Excel, si tratta di una Web app gratuita resa disponibile da Microsoft con Office Online e alla quale è possibile accedere da qualsiasi browser e sistema operativo, previo login al proprio account Microsoft (se non hai ancora un account, puoi rimediare subito alla cosa leggendo la mia guida sull’argomento).

Su smartphone e tablet, invece, puoi scaricare l’app di Excel agendo tramite il Play Store di Android e l’App Store di iOS.
L’applicazione è gratuita per tutti i device con dimensioni pari o inferiori a 10.1″, altrimenti richiede la sottoscrizione di un piano Office 365, a partire da 7 euro/mese.
Maggiori info qui.

Sempre prima di cimentarti nel tuo sorteggio, è mio dovere sottolineare che l’operazione oggetto di questo tutorial può essere compiuta sfruttando delle formule apposite.
Nel caso in cui non ne fossi a conoscenza, le formule sono una delle funzionalità di punta di Excel.
Usarle è utilissimo per elaborare e gestire i dati immessi nel foglio di calcolo:
te ne ho parlato anche in un tutorial dedicato.

Altra cosa da precisare è il fatto che i dati da usare per il sorteggio vanno inseriti nel foglio Excel all’interno delle varie celle, vale a dire quella “cosa” che costituisce il foglio di calcolo e che si ottiene dalla suddivisione in colonne e righe dello stesso.
Tutte le colonne e le righe, inoltre, sono contrassegnate, rispettivamente, da lettere e numeri, che consentono di identificarle.

Come sorteggiare nomi con Excel

Fatte le dovute precisazioni di cui sopra, veniamo al nocciolo vero e proprio della questione e andiamo a scoprire come effettuare sorteggi con Excel.
Qui di seguito trovi indicato come riuscirci agendo da computer, smartphone e tablet:
è molto più semplice di quel che tu possa pensare, non temere.

Computer

IMMAGINE QUI 2

Se utilizzi Excel da computer, per poter effettuare il tuo sorteggio, provvedi in primo luogo ad avviare il programma selezionando il relativo collegamento che trovi nel menu Start (su Windows) oppure facendo clic sulla sua icona annessa al Launchpad (su macOS).
Nella schermata che ti viene mostrata, scegli di creare un nuovo foglio di calcolo vuoto, selezionando l’opzione Cartella di lavoro vuota nella sezione Home del programma.

Compila, quindi, il foglio di Excel che ora ti viene mostrato con i nomi o i numeri che vuoi usare per il sorteggio nella colonna A (es.
dalla cella A1 alla cella A100) e in quella B (es.
dalla cella B1 alla cella B100).
Successivamente, recati nella colonna D e digita la formula =casuale() nella prima cella di quest’ultima (es. D1).

Una volta immessa la formula nella prima cella della colonna, clicca sul quadratino verde collocato nella parte in basso a destra di quest’ultima e, continuando a tenere cliccato, trasportalo fino alla cella finale (es.
la 100), in modo che in ognuna delle celle della colonna D compaiano dei valori numerici.

A questo punto, passa alla colonna E e nella prima cella di quest’ultima inserisci la formula =INDICE(A$1:A$100;RANGO($D1;$D$1:$D$100)), dove i valori A$1A$100 indicano le celle di inizio e fine con i nomi o i numeri della prima colonna e i valori $D$1$D$100 indicano le celle della colonna con i valori numerici generati in precedenza.

Clicca poi sulla cella E1, copiane il contenuto usando la combinazione di tasti Ctrl+C (su Windows) oppure quella cmd+c (su macOS) e incolla il tutto nella cella F1 usando la combinazione di tasti Ctrl+V (su Windows) oppure quella cmd+v (su macOS).
Ad operazione completata, seleziona le celle E1F1 con il puntatore del mouse, fai clic sul quadratino verde collocato nella parte bassa a destra della selezione effettuata e, continuando a tenere premuto, trasportalo fino alla cella finale (es.
quella numero 100).

Adesso dovresti trovarti con le colonne EF riempite dai nomi o dai numeri presenti nelle colonne A e B, ma in ordine sparso.
Puoi cambiare continuamente quest’ordine e quindi sorteggiare con Excel tutti i valori presenti nelle colonne A e B premendo il tasto F9 sulla tastiera del PC.
Lo so, all’apparenza sembra complicato, ma in realtà è facilissimo.
Basta seguire lo schema che ti ho appena illustrato, modificando le formule in base alla posizione e al numero di valori da sorteggiare e il gioco è fatto!

Se necessario, puoi anche inserire nuove righe all’interno del foglio di calcolo, in modo da formattarlo al meglio per il sorteggio.
Le formule si adatteranno automaticamente a quest’ultimo senza bisogno di modifiche manuali.

Dopo aver creato e usato il foglio di calcolo per il sorteggio, ti suggerisco di salvarlo, in modo da poterlo usare in futuro come modello di base con il quale effettuare altri sorteggi e/o classifiche random.
Scommetto che ti tornerà utile:
per riuscirci, fai clic sul menu File che si trova in alto a sinistra, seleziona la voce Questo PC (per salvare il file localmente) oppure quella OneDrive (per salvare il file sul servizio di cloud storage di Microsoft), indica la posizione esatta e il nome che vuoi assegnare al documento e premi sul bottone Salva.

Se ritieni di aver bisogno di maggiori spiegazioni sul funzionamento di Excel in generale, puoi fare riferimento al mio tutorial dedicato in maniera specifica a come usare Excel.

Online

IMMAGINE QUI 3

Vediamo ora come sorteggiare con Excel usando la versione online della famosa applicazione del pacchetto Office.
In primo luogo, recati sulla home page del servizio e, se necessario, effettua il login al tuo account Microsoft compilando con i dati richiesti gli appositi campi visibili sullo schermo.
Ad accesso avvenuto, avvia la creazione di un nuovo foglio di calcolo selezionando l’opzione Nuova cartella di lavoro vuota.

Ora che visualizzi il foglio di calcolo vuoto sullo schermo, compilalo attenendoti alle indicazioni che ti ho fornito nel passo precedente, quando ti ho spiegato come sorteggiare con Excel andando ad agire da computer:
non cambia assolutamente nulla e l’interfaccia dell’applicazione online è praticamente la stessa di quella della variante desktop per Windows e macOS.

Una volta completato il sorteggio, ti suggerisco di salvare il file Excel ottenuto, in modo tale da poterlo eventualmente usare anche in futuro:
per riuscirci, fai clic sulla voce File che si trova in alto a sinistra, seleziona la voce Salva con nome dal menu che compare e scegli se salvare una copia del documenti in OneDrive, selezionando l’opzione Salva con nome, oppure se scaricare il file localmente, facendo clic sulla dicitura Scarica una copia.

Per ulteriori dettagli riguardo l’impiego di Excel in generale, ti consiglio la lettura della mia guida dedicata a come usare Excel.

Smartphone e tablet

IMMAGINE QUI 4

Vediamo ora come sorteggiare con Excel agendo da smartphone e tablet, utilizzando l’applicazione del famoso strumento per fogli di calcolo disponibile per Android e iOS.
In primo luogo, dunque, prendi il tuo dispositivo, sbloccalo, accedi alla schermata Home e avvia l’app di Excel facendo tap sulla relativa icona (quella con il logo del programma).

Ora che visualizzi la schermata principale di Excel, avvia la creazione di un nuovo foglio di calcolo:
se stai usando Android, fai tap sull’icona con il foglio che si trova in alto a destra.
Se stai usando iOS, invece, recati nella sezione Nuovo e poi, a prescindere dalla piattaforma impiegata, seleziona l’opzione Cartella di lavoro vuota.

A questo punto, compila il foglio di Excel visualizzato sullo schermo inserendo nelle colonne A e B i nomi o i numeri che vuoi usare per il sorteggio.
Per richiamare la tastiera virtuale per digitare i tuoi dati, fai doppio tap sulla cella di tuo interesse, mentre per passare rapidamente a quella successiva schiaccia il tasto Invio che trovi annesso alla stessa.

Dopodiché recati nella colonna D e immetti la formula =casuale() nella prima cella di quest’ultima. In seguito, seleziona la cella in cui hai appena immesso la formula, facci nuovamente tap sopra, scegli l’opzione Riempi dal menu che compare e trascina il pallino verde collocato nella parte in basso a destra di quest’ultima sino alla cella finale, così che in ognuna delle celle della colonna D compaiano dei valori numerici.

Passa poi alla colonna E e, nella prima cella di quest’ultima, inserisci la formula =INDICE(A$1:A$100;RANGO($D1;$D$1:$D$100)), dove i valori A$1A$100 indicano le celle di inizio e fine con i nomi o i numeri della prima colonna e i valori $D$1$D$100 indicano le celle della colonna con i valori numerici generati in precedenza.

Seleziona, quindi, la cella E1, copiane il contenuto facendoci nuovamente tap sopra, premi sulla dicitura Copia presente nel menu che compare e incolla il dato in questione nella cella F1, selezionando quest’ultima, facendoci nuovamente tap sopra e scegliendo la voce Incolla dal menu visualizzato.

Adesso, seleziona le celle E1F1, facendo tap su una delle due, trascinando il rettangolo di selezione anche sull’altra e premendo e continuando a tenere premuto sul pallino verde comparso nell’angolo in basso a destra.

Scegli poi l’opzione Riempi dal menu che si apre e, sempre usando il pallino verde, trascina la selezione sino alla cella finale delle colonne impegnate. Fatta anche questa, le colonne EF andranno a riempirsi, in ordine sparso, con i nomi o con i numeri presenti nelle colonne A e B.

Chiaramente, se lo ritieni opportuno, puoi inserire nuove righe all’interno del foglio di calcolo.
In tal caso, non temere, le formule si adatteranno automaticamente senza che tu debba effettuare ulteriori modifiche manuali.
Ovviamente, puoi usare anche delle colonne diverse da quelle che ti ho indicato io.

Una volta creato il tuo foglio di calcolo per il sorteggio, ti consiglio di salvarlo, così potrai eventualmente utilizzarlo anche successivamente.
Per cui, premi sul pulsante con i tre puntini che si trova in alto a destra, fai tap sul bottone Salva nella nuova schermata visualizzata, digita il nome che vuoi assegnare al file nel campo Nome, scegli la posizione in cui vuoi archiviare il documento tra OneDrive o uno dei percorsi locali disponibili e premi sulla dicitura Salva posta in alto (sempre a destra).

Per maggiori informazioni riguardo il funzionamento di Excel su smartphone e tablet, ti invito a fare riferimento alle mie guide incentrate su come usare Excel su Android, come utilizzare Excel su iPhone e come utilizzare Excel su iPad.