Hello world!

Welcome to WordPress. This is your first post. Edit or delete it, then start writing!

scaricare le e mail di hotmail in outlook express

scaricare le e mail di hotmail in outlook express

Già da tempo possiedi un indirizzo di posta elettronica Microsoft (come uno del tipo @hotmail.it o @hotmail.com), e hai ormai imparato a visualizzare la tua posta elettronica dal Web raggiungendo il sito Web ufficiale del servizio Outlook.
Sebbene trovi questa procedura molto comoda, in quanto ti permette di evitare l’installazione di software sul tuo sistema operativo, ritieni che il servizio di Webmail sia un po’ limitato in quanto a funzionalità e stai quindi pensando di installare un software per la gestione della tua posta elettronica.
A tal proposito, vorresti sapere come configurare Hotmail su Outlook e Windows Mail, in quanto pensi che questi programmi possano fare al caso tuo.

Come dici?
Ti ho letto nel pensiero?
Sei preoccupato perché le tue competenze nel campo della tecnologia sono limitate e non sai come eseguire queste operazioni?
Non preoccuparti, ci sono qui io e posso aiutarti a installare e configurare la tua posta elettronica sui software ufficiali Microsoft che supportano a pieno tutte le funzionalità della tua casella di posta.

Tutto quello che ti serve è qualche minuto di tempo in modo tale che tu possa prenderti tutto il tempo necessario per leggere questa mia guida.
Dovrai inoltre fare molta attenzione ai passaggi che ti indicherò per riuscire a configurare correttamente i client di posta elettronica di cui ti parlerò.
Tutto chiaro?
Sì?
Benissimo, allora metti seduto comodo perché sto per iniziare.
Ti auguro una buona lettura!

Indice:

  • Come configurare Hotmail su Windows Mail (Posta)
  • Come configurare Hotmail su Microsoft Outlook

Come configurare Hotmail su Windows Mail (Posta)

IMMAGINE QUI 1

Prima dell’avvento di Windows Vista, Outlook Express era l’applicazione predefinita per poter visualizzare i messaggi delle caselle di posta Microsoft; successivamente, il software è stato sostituito con altri programmi, come Windows Mail o Windows Live Mail.
Con l’arrivo dell’interfaccia Metro (Windows 8 e successivi), il famoso software di posta elettronica Microsoft è diventato un’applicazione chiamata Mail (Posta).

Quest’applicazione è già preinstallata sul tuo sistema operativo Windows, ma nel caso in cui tu non riuscissi a trovarla, puoi scaricarla in modo gratuito direttamente dal Microsoft Store tramite questo link.

Una volta che avrai aperto il link, ti apparirà un messaggio in alto che ti chiederà una conferma per l’apertura del link direttamente all’interno del Microsoft Store; fai quindi clic sul pulsante Apri Microsoft Store e fai clic poi sul pulsante Ottieni per scaricare l’applicazione.
Se dovesse invece apparirti il messaggio Aggiungi a Start, significa che l’applicazione è già installata sul tuo computer.

Per trovarla facilmente, apri Search (icona con il simbolo di una lente d’ingrandimento) che trovi in basso a sinistra sulla Barra delle applicazioni.
Digita quindi la dicitura posta e fai clic sul corrispondente risultato di ricerca.
Una volta aperta l’applicazione, dovrai aggiungere il tuo account di posta elettronica Microsoft.

Per fare ciò, clicca sulla voce Account che trovi nella barra laterale di sinistra; seleziona poi dalla barra laterale di destra il pulsante Aggiungi account.
Ti verrà visualizzata una finestra tramite la quale dovrai scegliere il servizio di posta elettronica da configurare con l’applicazione posta.

Seleziona quindi la voce Outlook.com e, nella finestra successiva, seleziona la voce Account Microsoft; fai quindi clic sul pulsante Continua per raggiungere una nuova finestra dove dovrai digitare i dati di login corrispondenti al tuo account di posta elettronica Microsoft.

Digita quindi nel campo Email, telefono o Skype il nome utente tramite il quale accedi alla tua casella di posta elettronica.
Il nome utente può anche essere semplice indirizzo email, come ad esempio nomecasella@hotmail.com.

Dopo averlo digitato fai clic sul pulsante Avanti e digita la password associata al tuo account.
Fai quindi clic sul pulsante Accedi e, nel caso in cui tu abbia attivato la verifica in due passaggi, seleziona uno dei metodi per accedere al tuo account.

Se hai attivato, come nel mio caso, la verifica in due passaggi tramite numero di cellulare, digita le ultime quattro cifre del tuo numero e fai clic sul pulsante Avanti.

Se l’operazione è corretta, riceverai un SMS con il codice da digitare nella schermata successiva; digita quindi il codice che hai ricevuto e fai clic sul pulsante Avanti.
Se vuoi collegare anche le altre app al tuo account di posta elettronica, fai clic sul pulsante Avanti, altrimenti fai clic sulla dicitura Accedi solo a quest’app.

Ti apparirà un messaggio che ti confermerà che indicherà che il tuo account di posta elettronica Microsoft è stato aggiunto e configurato correttamente nell’applicazione Posta di Microsoft; fai quindi clic sul pulsante Fatto per chiudere la finestra.

L’applicazione Posta è molto semplice e intuitiva:
sulla sinistra troverai tutte le cartelle di default e quelle personali presenti nella tua casella di posta; nella sezione centrale, invece, visualizzerai l’elenco di tutti i messaggi di posta che hai ricevuto, smistati tra le due tab Evidenziata e Altra.

Quando fai un semplice clic su un messaggio, questo viene visualizzato nella sezione di destra dell’applicazione.
Le interazioni che puoi effettuare con il messaggio sono presenti nella sezione in alto, proprio sopra il messaggio:
potrai ad esempio decidere di rispondere al messaggio (Rispondi o Rispondi a tutti) oppure fare clic sull’icona con il simbolo di tre puntini orizzontali per accedere al menu con moltissime altre funzionalità.

Se vuoi modificare alcuni parametri di configurazione della tua casella di posta elettronica su Posta, dovrai fare clic, dalla barra laterale di sinistra, sulla dicitura Account.
Ti verrà visualizzata nella parte destra dell’applicazione una nuova scheda dove dovrai fare clic sulla voce corrispondente al tuo indirizzo di posta elettronica.

Nella finestra che ti servirà, potrai decidere di cambiare il nome dell’account, eliminare la sua associazione con il client Posta (Elimina account da questo dispositivo) oppure cambiare le impostazioni di sincronizzazione (Cambia le impostazioni di sincronizzazione della cassetta postale).

Facendo clic su quest’ultima voce, potrai decidere come il client di posta deve comportarsi alla ricezione di un messaggio e potrai impostare il limite di messaggi da scaricare.
Potrai anche decidere di sincronizzare soltanto la Posta elettronica oppure sincronizzare anche il Calendario e i Contatti.

Come impostazione predefinita, questi tre elementi sono già attivi per la sincronizzazione; puoi decidere però di disattivare uno o più di questi tre elementi, spostando la levetta da destra a sinistra su Disattivato.
Quando avrai terminato fai clic sul pulsante Fatto.

Come configurare Hotmail su Microsoft Outlook

Se hai acquistato invece il pacchetto Microsoft Office con incluso Microsoft Outlook, puoi utilizzare quest’ultimo per visualizzare e comporre un messaggio di posta elettronica in modo professionale e con tantissimi strumenti a disposizione.
Se non possiedi Microsoft Outlook ma sei interessato al suo utilizzo, puoi visionare i prezzi di acquisto tramite questo link.

Una volta che hai installato il software dal pacchetto, avvia il programma cercando la voce Outlook dalla lista dei programmi di Start di Windows.
Puoi anche cercarlo più velocemente tramite la funzione Search (icona con il simbolo di una lente d’ingrandimento) che trovi in basso a sinistra nella Barra delle applicazioni.
Digita quindi il termine outlook e fai clic sul corrispondente risultato di ricerca.

Dopo aver avviato l’applicazione, al suo primo utilizzo ti verrà richiesto di configurare un account.
Fai quindi clic sul pulsante Avanti e seleziona la voce , seguita dal clic sul pulsante Avanti.

Nella schermata che ti apparirà dovrai configurare il software indicando i dati del tuo account di posta elettronica e come prima cosa dovrai anche digitare un nome da assegnare al tuo account nel campo di testo Nome.

IMMAGINE QUI 2

Digita poi l’indirizzo di posta elettronica del tuo account Microsoft nel campo Indirizzo di posta elettronica e digita poi la password ad esso associata nei campi sottostanti.

Dopo aver effettuato la compilazione dei campi che vedi a schermo, fai clic sul pulsante Avanti e attendi che ti venga visualizzata una finestra di Sicurezza di Windows.

Digita quindi nuovamente la password associata al tuo indirizzo di posta elettronica e apponi un segno di spunta nella casella Memorizza credenziali; fai quindi clic sul pulsante Ok per confermare e continuare il processo di configurazione.

Se hai attivato la verifica in due passaggi, la procedura si complica un po’.
La password del tuo account non verrà accettata e dovrai quindi creare una password delle app per garantire l’accesso a Microsoft Outlook al tuo indirizzo di account di posta elettronica.

Ti consiglio quindi di effettuare l’accesso sul sito Outlook.com e di fare poi clic su questo link che ti reindirizzerà nella sezione Sicurezza del tuo account

In questa nuova pagina fai clic sulla dicitura in basso Altre opzioni di sicurezza e digita la password del tuo account Microsoft; fai poi clic sul pulsante Accedi e, nella nuova pagina che ti verrà visualizzata, scorri la pagina e individua la sezione Password dell’app.

Fai quindi clic sulla voce Crea una nuova password per l’app e appuntati quella che è stata generata a schermo; questa password che è stata generata andrà poi incollata all’interno della finestra di Microsoft Outlook per l’accesso al tuo account.

Prima di proseguire, ricorda di mettere il segno di spunta sulla casella Memorizza credenziali e fai poi clic sul pulsante Ok.

IMMAGINE QUI 3

Se tutto è andato correttamente, potrai visualizzare delle icone con il simbolo V di colore verde; fai quindi clic sul pulsante Fine per concludere la procedura di configurazione del tuo account di posta elettronica all’interno del programma Microsoft Outlook.

Dopo che avrai avviato il programma, potrai visualizzare sulla sezione di sinistra tutte le cartelle presenti all’interno del tuo account di posta elettronica.

Nella sezione centrale ti verranno invece mostrati tutti i messaggi presenti all’interno della cartella attualmente selezionata.
Nella sezione di destra invece verrà visualizzata l’anteprima del messaggio selezionato.

Nella barra in alto invece potrai visualizzare diverse tab che ti permetteranno di effettuare delle operazioni per i messaggi.
Nella tab Home puoi infatti effettuare tutte le operazioni di base come la creazione di un messaggio di posta elettronica o la possibilità di rispondere o eliminare un messaggio; puoi anche utilizzare i pulsanti Categoria per applicare delle etichette colorate o impostare un messaggio come Letto o Da leggere.

IMMAGINE QUI 4

Nella tab Invia/Ricevi puoi invece effettuare la sincronizzazione manuale della posta elettronica oppure effettuare alcune operazioni che riguardano il download dei messaggi.

Nella tab Cartella puoi invece gestire le operazioni sulle singole cartelle, come ad esempio la creazione di una nuova cartella oppure le operazioni di pulizia su queste.
Nella tab Visualizza, puoi invece cambiare il modo in cui vengono visualizzati i messaggi nell’interfaccia di Microsoft Outlook.

come uscire da outlook

come uscire da outlook

Outlook è la casella di Web Mail con cui Microsoft ha deciso di sostituire il vecchio Hotmail.
Si tratta di un servizio molto semplice da usare, accessibile da qualsiasi browser e sistema operativo, ma come tutte le caselle di posta elettronica gestite via Web (e non da un client Desktop, come Windows Mail, Thunderbird, ecc.) presenta alcuni piccoli “rischi” a cui bisogna fare attenzione.
Uno di questi riguarda l’accesso al servizio.

Dopo aver eseguito il login ad Outlook ed aver chiuso il browser, se si lascia attiva l’opzione di accesso automatico, basta infatti aprire nuovamente il programma e collegarsi ad outlook.com per trovarsi “loggati” nel proprio account senza dover digitare né nome utente né password:
non proprio il massimo per la privacy, vero?
E allora prenditi due minuti di tempo libero e scopri come uscire da Outlook grazie alle indicazioni che sto per darti.
In questo modo, il browser non si “ricorderà” di te e non lascerà la tua casella di posta elettronica “aperta” per chiunque dovesse mettere le mani sul tuo PC.

Che tu ci creda o no, bastano un paio di click per imparare come uscire da Outlook.
Tutto quello che devi fare è collegarti alla tua casella di posta elettronica su outlook.com, cliccare sul tuo nome in alto a destra e selezionare la voce Esci dal menu che compare.

Adesso sei disconnesso dal tuo account, ma ci sono ancora un paio di operazioni che devi compiere.
La prima consiste nel non spuntare l’opzione Mantieni l’accesso la prossima volta che effettuerai il login alla tua casella di Outlook (in questo modo non verrà effettuato l’accesso automatico al servizio).
La seconda, se ci tieni veramente alla privacy, è disattivare la memorizzazione delle password nel tuo programma di navigazione Web preferito.

Se non sai come eliminare salvataggio password in Internet Explorer, Firefox o Chrome, leggi la guida che ho scritto sull’argomento e segui le indicazioni presenti in essa.
Così facendo, eviterai che il browser ricordi i tuoi dati di accesso ad Outlook (o qualsiasi altro sito Internet) e complicherai la vita ad eventuali ficcanaso che volessero entrare senza permesso nei tuoi account.

IMMAGINE QUI 1

Se hai installato la app di Outlook.com sul tuo smartphone e vuoi uscire da Outlook in maniera tale che quest’ultima non ricordi i tuoi dati di accesso, devi recarti nelle impostazioni dell’applicazione (premendo sull’icona dell’ingranaggio che si trova nel menu laterale) e selezionare la voce Rimuovi nella schermata che si apre.

In questo modo, la app di Outlook “dimenticherà” la tua identità ma, se vuoi un consiglio, anziché seguire questa procedura ed eseguire innumerevoli volte il login al servizio, provvedi ad impostare una password di accesso all’applicazione recandoti nelle impostazioni di quest’ultima e scegliendo la voce relativa alla protezione della app.
Codì risparmierai tanta fatica ma avrai ugualmente la sicurezza che nessuno potrà ficcare il naso nella tua casella di posta elettronica senza permesso.

come sincronizzare outlook con gmail

come sincronizzare outlook con gmail

Hai il tuo indirizzo di posta elettronica “principale” su Gmail, poi ne hai aperto uno “di scorta” su Outlook.com e ti piacerebbe poter sincronizzare i messaggi tra i due servizi?
No problem:
seguendo le indicazioni che sto per darti, riuscirai sicuramente a capire come sincronizzare Outlook con Gmail, o viceversa, in maniera totalmente gratuita.

Tutto quello che devi fare è accedere alle impostazioni di Gmail o di Outlook.com, attivare la funzione di inoltro dei messaggi verso l’altro servizio e procedere con l’importazione delle vecchie email.
Dopodiché, qualora lo desiderassi, potrai completare il processo di integrazione tra le due caselle di posta trasportando anche gli eventi del calendario e i contatti da una piattaforma all’altra.
Tutto senza ricorrere a software o servizi esterni, quindi tutto in maniera super-sicura dal punto di vista della privacy e della sicurezza.

Ti posso garantire che riuscirai a completare tutta la configurazione nel giro di pochi minuti, anche se per l’importazione vera e propria dei messaggi da Outlook a Gmail (o viceversa) ti toccherà aspettare almeno un paio di giorni:
ci sono dei tempi tecnici su cui purtroppo non si può intervenire in alcun modo.
Allora, si può sapere che altro stai aspettando?
Prima comincerai e prima finirai.
Ti auguro buona lettura e ti faccio un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

  • Come sincronizzare Outlook con Gmail:
    messaggi in entrata
    • Da Outlook a Gmail
    • Da Gmail a Outlook
  • Come sincronizzare Outlook con Gmail:
    messaggi in uscita
    • Da Outlook a Gmail
    • Da Gmail a Outlook
  • Come sincronizzare Outlook con Gmail:
    calendario
    • Da Outlook a Gmail
    • Da Gmail a Outlook
  • Come sincronizzare Outlook con Gmail:
    contatti
    • Da Outlook a Gmail
    • Da Gmail a Outlook

Come sincronizzare Outlook con Gmail:
messaggi in entrata

Iniziamo questa disamina vedendo come sincronizzare i messaggi in entrata da Outlook a Gmail e viceversa.
Vedrai che l’operazione non è affatto complicata da portare a termine.

Da Outlook a Gmail

IMMAGINE QUI 1

Se vuoi sincronizzare i messaggi in entrata da Outlook a Gmail, collegati alla tua casella di posta su Outlook.com, accedi al tuo account, clicca sull’icona dell’ingranaggio che si trova in alto a destra e seleziona la voce Visualizza tutte le impostazioni di Outlook dal menu che compare.

Nella finestra che si apre, clicca sulla voce Inoltro, metti il segno di spunta accanto alle opzioni Abilita inoltro e Conserva una copia dei messaggi inoltrati (in modo che le email inoltrare a Gmail non vengano cancellate da Outlook) e digita il tuo indirizzo Gmail nel campo di testo Immetti un indirizzo di posta elettronica collocato al centro dello schermo.
A questo punto, clicca sul pulsante Salva e tutte le email in entrata sul tuo account di Outlook verranno inviate automaticamente a Gmail.

Da notare che, in questo modo, verranno importate in Gmail solo le nuove email arrivate all’indirizzo Outlook.com.
Se vuoi copiare su Gmail anche i messaggi più vecchi, devi seguire un’altra procedura: collegati alla pagina principale del tuo account di posta Google, effettua il login, clicca sull’icona dell’ingranaggio che si trova in alto a destra e seleziona la voce Impostazioni dal menu che si apre.

Seleziona, dunque, la scheda Account e importazione e clicca sulla voce Importa messaggi e contatti che si trova accanto alla dicitura Importa messaggi e contatti. Nella pagina che si apre, digita il tuo indirizzo di posta Outlook.com nell’apposito campo di testo e premi su Continua per due volte consecutive.
Esegui, se necessario, l’accesso al tuo account Microsoft e clicca sul pulsante per sincronizzare Outlook con Gmail.

IMMAGINE QUI 2

Per concludere, scegli se importare in Gmail solo i messaggi già presenti in Outlook o anche i contatti della rubrica e i nuovi messaggi per i prossimi 30 giorni (mettendo il segno di spunta accanto alle apposite voci) e premi su Avvia importazione e OK per concludere la procedura.

Nota: se hai già attivato l’inoltro dei messaggi da Outlook, lascia pure deselezionata la voce relativa ai “nuovi messaggi per i prossimi 30 giorni”.
Il processo di importazione dei vecchi messaggi potrebbe durare anche un paio di giorni, abbi pazienza.

Da Gmail a Outlook

IMMAGINE QUI 3

Per fare l’inverso, cioè per attivare l’inoltro dei nuovi messaggi da Gmail a Outlook.com, accedi a Gmail, clicca sull’icona dell’ingranaggio che si trova in alto a destra e seleziona la voce Impostazioni dal menu che compare.
Dopodiché seleziona la scheda Inoltro e POP/IMAP, fai clic sul pulsante Aggiungi un indirizzo di inoltro e, nel riquadro che compare, digita il tuo indirizzo Outlook.com nell’apposito campo di testo.
A questo punto, clicca su Avanti, Procedi e OK, dopodiché clicca sul link di conferma che è stato inviato all’indirizzo di Outlook e il gioco è fatto.

Se vuoi importare in Outlook anche i vecchi messaggi di Gmail, collegati alla tua casella di posta su Outlook.com, premi sull’icona dell’ingranaggio che si trova in alto a destra e seleziona la voce Visualizza tutte le impostazioni di Outlook dal menu che compare.
Successivamente, fai clic sulla voce Sincronizza la posta elettronica e seleziona la voce Gmail dalla pagina che si apre.

IMMAGINE QUI 4

A questo punto, fornisci il tuo nome nel campo di testo Nome visualizzato, apponi il segno di spunta sulle caselle Connetti il tuo account Google, così sarà possibile importare la tua posta da Gmail e Crea una nuova cartella per la posta elettronica importata e clicca sul pulsante OK.
Successivamente, accedi al tuo account Gmail, clicca sul pulsante Consenti presente nella finestra che compare e il gioco è fatto.
Il processo d’importazione potrebbe andare avanti anche per alcuni giorni.

Come sincronizzare Outlook con Gmail:
messaggi in uscita

Adesso, vediamo insieme come sincronizzare i messaggi in uscita da Outlook a Gmail e viceversa.
Anche in questo caso, puoi stare certo che si tratta di un’operazione semplicissima da portare a termine.

Da Outlook a Gmail

IMMAGINE QUI 5

Per inviare messaggi da Gmail utilizzando come mittente il tuo indirizzo di posta Outlook.com, procedi in questo modo:
accedi alla tua casella Gmail, clicca sull’icona dell’ingranaggio che si trova in alto a destra e seleziona la voce Impostazioni dal menu che compare.

Nella pagina che si apre, seleziona la scheda Account e importazione e clicca sulla voce Aggiungi un altro indirizzo email che si trova nel riquadro denominato Invia messaggio come.

A questo punto, digita il tuo nome e il tuo indirizzo Outlook.com negli appositi campi di testo e clicca sul pulsante Passaggio successivo.
Fornisci poi la password del tuo account Microsoft e clicca su Aggiungi account per aggiungere il tuo account Outlook a Gmail.

Per concludere, accedi alla tua casella di posta Outlook.com, apri il messaggio ricevuto da parte del team di Gmail e clicca sul link di conferma contenuto al suo interno.
In questo modo, avrai verificato di essere il legittimo proprietario dell’indirizzo e potrai usare quest’ultimo per inviare nuovi messaggi da Gmail (selezionandolo dall’apposito campo nella schermata di composizione dei messaggi).
Semplice, vero?

Da Gmail a Outlook

IMMAGINE QUI 6

Per inviare messaggi da Outlook usando come mittente il tuo indirizzo Gmail, collegati alla tua casella di posta elettronica su Outlook.com, accedi al tuo account, clicca sull’icona dell’ingranaggio collocata in alto a destra e seleziona la voce Visualizza tutte le impostazioni di Outlook dal menu che compare.

Nella pagina che si apre, clicca sulla voce Sincronizza la posta elettronica, apri il menu Imposta indirizzo email predefinito, seleziona l’account Gmail che avevi precedentemente configurato (se non l’hai ancora fatto, segui le istruzioni contenute in uno dei capitoli precedenti della guida, per riuscirci) e salva le modifiche fatte cliccando sul pulsante situato in alto a destra.

Come sincronizzare Outlook con Gmail:
calendario

Se vuoi sincronizzare il calendario tra Outlook e Gmail, devi seguire le indicazioni che trovi proprio qui sotto.
In questo modo, anche gli eventi del calendario saranno sincronizzati tra le due caselle di posta.

Da Outlook a Gmail

Vorresti visualizzare gli eventi del calendario di Outlook.com in Google Calendar?
Mi spiace dirtelo ma, nel momento in cui scrivo questa guida, pare che tale feature non sia più accessibile.

In passato era possibile creare un link di collegamento che consentiva di sincronizzare il calendario con altri servizi, ma un restyling dell’interfaccia di Outlook avvenuto nel 2018 ha precluso questa possibilità.

Da Gmail a Outlook

IMMAGINE QUI 7

Google Calendar permette di sincronizzare i propri calendari con servizi esterni (fra cui Outlook.com) in maniera semplicissima:
basta ottenere il link ICS di Google Calendar.
Recati, dunque, su questa pagina, accedi al tuo account, espandi il menu I miei calendari situato sulla sinistra, clicca sul simbolo dei tre puntini posto in corrispondenza del nome del calendario di tuo interesse e seleziona la voce Impostazioni e condivisione dal menu che si apre.

Nella pagina che si apre, fai clic sulla voce Integra calendario situata sulla sinistra (in basso) e copia l’URL presente nel campo di testo Indirizzo segreto in formato iCal.

Una volta ottenuto il link, collegati al calendario di Outlook.com, fai clic sul pulsante Importa calendario che si trova nella barra laterale di sinistra, seleziona la voce Dal Web presente nel riquadro che compare a schermo e, nel campo di testo Collegamento al calendario, incolla l’URL che hai precedentemente copiato.
Infine, dai un nome al calendario scrivendolo nell’apposito campo di testo e clicca sul pulsante Importa per portare a termine la procedura.

Come sincronizzare Outlook con Gmail:
contatti

Adesso vediamo insieme qual è la procedura corretta per sincronizzare i contatti tra Outlook e Gmail, in modo da terminare il processo di sincronizzazione tra le due caselle di posta.

Da Outlook a Gmail

IMMAGINE QUI 8

Vuoi importare i contatti di Outlook in Gmail?
Nulla di più facile.
Accedi al tuo account su Outlook.com, premi sull’icona con i 9 quadratini bianchi che si trova in alto a sinistra e seleziona il riquadro Persone dal menu che compare.
Recati quindi nel menu Gestisci > Esporta contatti, clicca sul pulsante Esporta dal riquadro che si apre e attendi che sul tuo computer venga scaricato il file CSV con tutti i nominativi della rubrica di Outlook.

A download completato, collegati su questa pagina, accedi al tuo account Google, espandi il menu Di più situato in basso a sinistra e seleziona la voce Importa da quest’ultimo.
Dopodiché clicca sul pulsante Seleziona file presente nel riquadro comparso al centro della pagina, seleziona il file in formato CSV che hai precedentemente esportato da Outlook, fai clic sulla voce Importa e il gioco è fatto.

Nota: in questo modo importerai tutti i contatti di Outlook.com in Gmail ma le rubriche dei due servizi non saranno sincronizzate.
Questo significa che le modifiche apportate in una rubrica non verranno applicate anche all’altra (a meno di non ripetere il processo di importazione/esportazione tramite file CSV).

Da Gmail a Outlook

IMMAGINE QUI 9

Per compiere l’operazione inversa, cioè per importare i contatti di Google in Outlook, collegati su questa pagina, accedi al tuo account Google, espandi il menu Di più (sulla sinistra), seleziona la voce Esporta da quest’ultimo, apponi il segno di spunta accanto alle voci Tutti e Formato CSV Outlook e clicca sul pulsante Esporta per ottenere il file CSV con i contatti di Google.

A questo punto, vai nella sezione Persone di Outlook.com (puoi raggiungerla anche cliccando qui), apri il menu Gestisci > Importa contatti, clicca sul pulsante Sfoglia e seleziona il file CSV che hai precedentemente ottenuto da Gmail.
Per concludere l’operazione, clicca sui pulsanti Importa e Sembra a posto, continua e attendi che la procedura venga portata a termine.

come sincronizzare google calendar con outlook

come sincronizzare google calendar con outlook

Ti piacerebbe visualizzare gli eventi di Google Calendar nel tuo calendario online su Outlook.com?
Stai cercando un modo per esportare automaticamente gli eventi del calendario di Microsoft Outlook in Google Calendar?
Forse posso darti una mano a risolvere entrambi i problemi.

Sebbene non sia possibile avere una sincronizzazione bidirezionale diretta fra i due servizi, mettendo in pratica dei piccoli “stratagemmi” e utilizzando alcune applicazioni gratuite reperibili in Rete è possibile sincronizzare Google Calendar con Outlook in maniera quasi perfetta.

Per capire meglio di cosa sto parlando, continua a leggere.
Qui sotto trovi tutte le informazioni di cui hai bisogno.
Cominceremo vedendo come attivare la visualizzazione dei calendari di Google in Outlook, poi passeremo alla parte più interessante:
la sincronizzazione in lettura e scrittura dei calendari di Google con Microsoft Outlook, l’applicazione per la gestione della posta elettronica inclusa nel pacchetto Office.
Infine scopriremo anche come sincronizzare i calendari di Google con il calendario della app di Outlook per smartphone e tablet.
Spero vivamente che questo tutorial possa esserti d’aiuto a raggiungere il risultato sperato.
Buona lettura e in bocca al lupo!

Indice

  • Sincronizzare Google Calendar con Outlook.com
  • Sincronizzare Google Calendar con Microsoft Outlook
  • Sincronizzare Google Calendar con Outlook su smartphone e tablet

Sincronizzare Google Calendar con Outlook.com

Se vuoi visualizzare gli eventi di Google Calendar in Outlook.com, nessun problema, puoi riuscirci in maniera semplicissima.
Purtroppo però otterrai una sincronizzazione di tipo unilaterale, di sola lettura.
Questo, detto in parole povere, significa che potrai solo “leggere” gli eventi del calendario di Google e non modificarli.
Potrai naturalmente modificare gli eventi del calendario nativo di Outlook.com, ma questi, ahimè, non verranno importati in Google Calendar.

Per visualizzare gli eventi di Google Calendar in Outlook.com devi procurarti il link privato al file ICS del tuo calendario su Google.
Di che si tratta?
Te lo spiego subito.
Il file ICS è un file in cui vengono riportate tutte le informazioni di un calendario online affinché possano essere visualizzate in tempo reale da altri software o servizi online.

Collegati dunque a Google Calendar, porta il puntatore del mouse nella barra laterale di sinistra, clicca sulla freccia che compare accanto al nome del calendario che vuoi sincronizzare con Outlook.com e seleziona la voce Impostazioni calendario dal riquadro che si apre.

IMMAGINE QUI 1

A questo punto, fai clic sul pulsante ICAL collocato accanto alla dicitura Indirizzo privato e otterrai il link privato al tuo calendario (che dovrebbe essere qualcosa come https://calendar.google.com/calendar/ical/[tuo indirizzo]/private-[numeri e lettere]/basic.ics.

IMMAGINE QUI 2

A questo punto, collegati ad Outlook.com, accedi al tuo account, premi sul pulsante con i quadratini bianchi collocato in alto a sinistra e seleziona la voce Calendario dal riquadro che si apre.

IMMAGINE QUI 3

Nella pagina che si apre, fai clic sul pulsante Aggiungi calendario che si trova in alto a sinistra e seleziona la voce Da Internet dal riquadro che si apre.

IMMAGINE QUI 4

Nella barra laterale che compare sulla destra, utilizza il campo Collegamento al calendario per inserire l’indirizzo del calendario di Google Calendar (quello che hai scoperto prima premendo sul pulsante ICS di Google Calendar), digita un nome per il calendario (es.
Calendario Google) nell’apposito campo di testo e clicca sul pulsante Salva che si trova in cima alla sidebar per salvare i cambiamenti.

IMMAGINE QUI 5

Da questo momento in poi, il calendario di Google verrà visualizzato nella barra laterale di Outlook e, selezionandolo, potrai vedere tutti gli eventi di Google Calendar.
Gli eventi si aggiorneranno in maniera completamente automatica, ma non in tempo reale:
ci vorrà un po’ di tempo affinché le modifiche vengano applicate anche su Outlook.

IMMAGINE QUI 6

Se vuoi effettuare la sincronizzazione inversa, cioè visualizzare gli eventi del calendario di Outlook in Google Calendar, scopri come fare leggendo la mia guida su come sincronizzare Outlook con Gmail.

Sincronizzare Google Calendar con Microsoft Outlook

Se vuoi sincronizzare Google Calendar con Outlook, l’applicazione per la gestione delle email inclusa nel pacchetto Office, ho buone notizie per te:
esiste un programmino gratuito ed open source che permette di ottenere una sincronizzazione bidirezionale fra i due calendari (seppur con qualche limitazione) in maniera sicura e veloce.
Si tratta di Outlook Google Calendar Sync che è compatibile con tutte le versioni di Office a partire dalla 2003.
Per scaricarlo sul tuo PC, collegati al suo sito Internet ufficiale e clicca sul primo pulsante Portable ZIP che si trova nella barra laterale di destra.

A scaricamento completato, apri il pacchetto zip che contiene Outlook Google Calendar Sync (Portable_OGCS_vxx.zip), estraine il contenuto in una cartella di tua scelta e avvia l’eseguibile OutlookGoogleCalendarSync.exe. A questo punto, rispondi OK all’avviso che compare sullo schermo, recati nella scheda Settings di Outlook Google Calendar Sync, seleziona la voce Google dalla barra laterale di sinistra e premi sul bottone Retrieve Calendars.

IMMAGINE QUI 7

Esegui quindi l’accesso al tuo account Google usando la finestra del browser che si è aperta, consenti al programma di accedere ai tuoi calendari cliccando sul pulsante Consenti e copia il codice di verifica che ti viene fornito.
Incolla di conseguenza il codice di verifica nella finestra di Outlook Google Calendar Sync e clicca su OK per completare l’associazione fra il programma e l’account Google.

IMMAGINE QUI 8

Adesso devi selezionare il calendario di Google da sincronizzare con Outlook dal menu a tendina Select calendar.
Dopodiché devi dirigerti nella scheda Sync Options (sulla sinistra) e devi scegliere il tipo di sincronizzazione da attuare per il tuo calendario.

Espandendo il menu a tendina Direction puoi scegliere se effettuare la sincronizzazione da Outlook a Google, da Google a Outlook o se sincronizzare Google e Outlook in maniera bidirezionale.
Occhio però, se selezioni la sincronizzazione bidirezionale, le descrizioni degli eventi non potranno contenere testo in formato rich text (quindi formattazioni come grassetti, sottolineature ecc.) e avranno un limite di 8KB.

Utilizzando i campi del riquadro When puoi scegliere ogni quanti minuti o ore far partire la sincronizzazione automatica dei calendari, mentre usando i campi presenti nel riquadro What puoi scegliere cosa sincronizzare:
descrizioni, reminder e quant’altro.
Quando hai impostato tutte le tue preferenze, clicca sul pulsante Save per applicare le modifiche.

IMMAGINE QUI 9

A questo punto, seleziona la voce Outlook dalla barra laterale di Outlook Google Calendar Sync, assicurati che ci sia selezionata l’opzione Default mailbox e imposta il formato di data utilizzato dal calendario di Outlook nel menu a tendina che si trova in basso a sinistra.
Per trovare il formato di data giusto (dovrebbe essere Short Date & Time), clicca sul pulsante Test che si trova in basso a destra.

Ti verrà mostrato un messaggio con il numero di eventi trovati nel calendario di Outlook:
se questo numero è pari a 0 e nel calendario di Outlook sono presenti degli eventi, significa che non hai selezionato il formato di data corretto.
Modifica le opzioni del menu a tendina fino a quando Outlook Google Calendar Sync non ti dice di aver rilevato degli eventi nel calendario di Outlook.
Quando trovi l’impostazione giusta, ricordati di cliccare su Save per salvare i cambiamenti.

IMMAGINE QUI 10

Per testare il funzionamento di Outlook Google Calendar Sync, recati nella scheda Sync e premi sul bottone Start Sync.
Entro qualche secondo, un messaggio al centro dello schermo dovrebbe segnalarti il numero di eventi scaricati sul PC.

IMMAGINE QUI 11

Se vuoi ottenere una sincronizzazione di tipo bidirezionale senza le limitazioni di cui sopra (o qualcosa che si avvicina molto a quest’ultima), imposta Outlook Google Calendar Sync su Outlook > Google (in modo che gli eventi realizzati in Microsoft Outlook vengano riportati automaticamente su Google Calendar) e sottoscrivi il link ICS di sola lettura di Google Calendar in Outlook.

Se non sai come si fa, procurati il link privato ICS come ti ho spiegato prima, dopodiché premi sul pulsante File di Microsoft Outlook, clicca su Impostazioni account e seleziona la voce Impostazioni account dal menu che compare.

IMMAGINE QUI 12

A questo punto, seleziona la scheda Calendari Internet, premi sul pulsante Nuovo, incolla l’indirizzo del calendario di Google nella finestra che si apre e clicca su Aggiungi.
Assegna infine un nome al calendario, premi su OK e il gioco è fatto.

Se hai fatto tutto in maniera corretta, otterrai la possibilità di visualizzare gli eventi di Google Calendar in Outlook tramite il file ICS mentre avrai una sincronizzazione in scrittura verso il calendario di Google grazie a Outlook Google Calendar Sync.

IMMAGINE QUI 13

Se vuoi impostare Outlook Google Calendar Sync in modo che si avvii automaticamente all’accensione del computer e rimanga nascosto nell’area di notifica di Windows, recati nella scheda Settings del programma e clicca sulla voce Application behaviour che si trova nella barra laterale di sinistra.

Apponi quindi il segno di spunta accanto alle voci Start on login, Start in tray e Minimize to tray e clicca sul pulsante Save per salvare i cambiamenti.

IMMAGINE QUI 14

Sincronizzare Google Calendar con Outlook su smartphone e tablet

Come sicuramente ben saprai, Microsoft Outlook è disponibile anche sotto forma di app gratuita per Android, iOS e Windows Phone (dov’è incluso “di serie”).
Si tratta di una delle migliori app per la gestione della posta elettronica in quanto supporta gli account di tutti i principali provider e consente di gestire anche il calendario.

Se vuoi sincronizzare Google Calendar con Outlook anche sul tuo smartphone o sul tuo tablet, dunque, non devi far altro che impostare il tuo account Gmail all’interno della app e impostare il calendario di Outlook ad usare quest’ultimo.

Per aggiungere l’account Gmail alla app di Outlook, avvia quest’ultima, premi sul pulsante relativo alle impostazioni (l’icona dell’ingranaggio), seleziona la voce Aggiungi account dalla schermata che si apre, vai su Aggiungi account di e-mail e configura il tuo account Gmail immettendo i relativi dati di accesso.

IMMAGINE QUI 15

Ad operazione completata, per impostare il calendario di Google come calendario predefinito di Outlook, torna nelle impostazioni della app, premi sulla voce Predefinito che si trova nel campo Calendario e, se non c’è ancora, metti il segno di spunta accanto alla voce relativa al tuo calendario principale di Google Calendar (es.
Calendario di ).

IMMAGINE QUI 16

Missione compiuta! Adesso recandoti nella schermata principale di Outlook e selezionando l’icona del calendario, dovresti trovare gli eventi di Google Calendar sincronizzati con la app.
Qualora così non fosse, chiudi Outlook e riaprilo.

La sincronizzazione tra la app di Outlook e Google Calendar è bidirezionale, questo significa che aggiungendo un evento al calendario della app, questo comparirà anche su Google Calendar e in tutte le app associate a quest’ultimo.

come recuperare password outlook

come recuperare password outlook

Non hai mai avuto un’ottima memoria, questo è un dato di fatto.
Pur essendo ben consapevole della cosa continui però a non prendere nota delle password che usi per accedere alle tue caselle di posta elettronica.
Spesso e non troppo volentieri ti ritrovi dunque, a dover “spremere le meningi” per riuscire a ricordare la chiave d’accesso alla tuo account email.
Tuttavia,  se adesso ti ritrovi qui a leggere questa guida, molto probabilmente è perché, nonostante l’impegno, stai riscontrando serie difficoltà nel riuscire a recuperare la password di Outlook, il servizio di Web Mail di Microsoft che ha preso il posto di Hotmail e Windows Live Mail.

Se le cose stanno effettivamente in questo modo, e se hai dunque bisogno di una mano, sappi che non hai motivo di preoccuparti:
puoi contare su di me.
Nelle seguenti righe andrò, infatti, ad illustrarti tutto ciò che è possibile fare per recuperare la password del tuo account e su come intervenire per una successiva modifica della stessa.
Prima che tu possa allarmarti e pensare al peggio voglio subito rassicurarti sul fatto che le procedure atta e farlo sono piuttosto semplici, e non è certo necessario essere dei geni in informatica, per riuscire nell’impresa.

Sei quindi effettivamente interessato a capire che cosa fare per riuscire in quest’intento?
In tal caso ti suggerisco di prenderti qualche istante ti tempo libero, di metterti seduto bello comodo dinanzi al tuo computer e a concentrarti sulla lettura dei seguenti passaggi.
Scommetto che, alla fine, sarai pronto ad affermare che recuperare la password è stato un vero e proprio gioco da ragazzi.

Indice

  • Recuperare password Outlook
  • Modificare password Outlook

Recuperare password Outlook

IMMAGINE QUI 1

Se vuoi recuperare la password dell’account Outlook, il primo passo che devi compiere è quello di cliccare qui, per poterti subito collegare al sito Internet del servizio di Webmail.

Nella schermata che ti viene mostrata, premi sul pulsante Accedi situato al centro dello schermo e digita quindi il nominativo dell’indirizzo email per il quale desideri effettuare il login e recuperare la password.
Per proseguire, premi su Avanti.
Fatto ciò, fai clic sulla voce Ho dimenticato la password collocata in basso e poi fai clic sul pulsante Avanti.

IMMAGINE QUI 2

Nella schermata che a questo punto ti viene mostrata, scegli un’opzione per la verifica dell’identità.
Indica, per esempio, se è tua intenzione ricevere il codice di sicurezza tramite email, all’indirizzo di posta elettronica alternativo da te specificato all’atto della creazione dell’account Outlook.

Per farlo, premi su Invia e-mail a, immetti l’informazione richiesta relativa al nome del tuo account e premi sul pulsante Invia codice.
In alternativa, puoi apporre il segno di spunta su SMS a numero di telefono oppure clicca su Ho già un codice, se disponi già di un codice di verifica, e quindi non hai alcuna necessità di riceverne uno nuovo.

Per proseguire, se per esempio, hai scelto di ricevere il codice per verificare la tua identità tramite un messaggio di posta elettronica all’indirizzo email secondario, accedi a quest’ultimo, recati nella sezione Posta in arrivo oppure Inbox dello stesso e apri il messaggio ricevuto da Microsoft.
Successivamente immetti, sul sito di Outlook, il codice di verifica che ti è stato recapitato e poi premi sul bottone Avanti.

IMMAGINE QUI 3

Se, invece, hai selezionato l’opzione Ho già un codice digita il codice di verifica che è già in tuo possesso nell’apposito campo di testo Codice, dopodiché premi su Avanti.

Inoltre, se hai attivato la verifica in due passaggi sul tuo account, dovrai fornire un secondo metodo di verifica della tua identità.
Ciò significa che, per continuare, devi ricevere un ulteriore codice di sicurezza, utilizzando un metodo diverso da quello precedentemente scelto.
A tal proposito puoi scegliere l’opzione che fa riferimento all’utilizzo di un’app di autenticazione (ad esempio Microsoft Authenticator per Android e iOS).

A questo punto digita la nuova password che è tua intenzione utilizzare per il tuo account Outlook nei campi Nuova password e Conferma la password, e fai clic sul pulsante Avanti, per completare la procedura.

Non ricordi l’indirizzo di posta elettronica alternativo che in passato hai specificato a Microsoft o non disponi di un codice di verifica?
Spunta la casella presente accanto alla voce Non ho alcuna di queste info annessa alla sezione Dobbiamo verificare la tua identità, dopodiché, se hai un codice di recupero immettilo nel campo Codice di recupero che ti viene mostrato a schermo e premi sul pulsante Usa codice di recupero collocato in basso.

Successivamente, indica la nuova password che è tua intenzione utilizzare per il tuo account Outlook nei campi Nuova password e Conferma la password, poi fai clic sul pulsante in fondo alla pagina, per completare la procedura.

Se, invece, non disponi di un codice di recupero premi sul pulsane No e nella nuova pagina Web che a questo punto ti viene mostrata, indica un indirizzo di posta elettronica alternativo nel campo sottostante la voce Indirizzo e-mail di contatto, per permettere a Microsoft di mettersi in contatto con te e di verificare la tua identità.
Successivamente premi sul pulsante Avanti collocato in basso.

IMMAGINE QUI 4

A questo punto, accedi alla sezione Posta in arrivo oppure Inbox dell’indirizzo di posta elettronica alternativo che hai appena provveduto a specificare a Microsoft, apri il messaggio ricevuto dall’azienda, immetti sul sito di Outlook il codice di verifica che ti è stato recapitato e premi sul bottone Verifica.

Ci siamo quasi:
effettuati questi passaggi digita nuovamente la nuova password che è tua intenzione utilizzare per il tuo account Outlook nei campi Nuova password e Conferma la password e fai clic sul pulsante in fondo alla pagina, per completare la procedura.

Modificare password Outlook

IMMAGINE QUI 5

Hai recuperato l’accesso al tuo account Outlook, ma non sei soddisfatto della nuova password impostata?
Non preoccuparti, puoi cambiarla in qualsiasi momento.
Nelle righe che seguono ti spiego come fare.

Recati innanzitutto sul sito Web ufficiale di Microsoft e, nella schermata che ti viene mostrata, premi sul pulsante Accedi a Microsoft che trovi al centro dello schermo.
Effettua quindi il login con i dati del tuo account (indirizzo email e password) e fai clic sul pulsante Accedi.

Fatto ciò, premi sulla voce di menu Sicurezza situata in alto, poi fai clic sul bottone Cambia password.
Se richiesto, per una questione di maggior sicurezza, digita nuovamente la password del tuo account e premi su Accedi.
Adesso puoi finalmente cambiare la password di accesso al tuo account:
fai riferimento ai campi di testo Password correnteNuova password e Conferma la password e quando hai finito, premi su Salva, per confermare le modifiche apportate.

IMMAGINE QUI 6

Per il futuro, al fine di evitare di perdere tempo prezioso nel cercare di recuperare la password di Outlook, ti suggerisco di ricorrere all’impiego di una delle apposite risorse che ti ho indicato nella mia guida programmi per password, per gestire e custodire senza problemi la chiave d’accesso del tuo account Microsoft e non solo.

come inserire la firma in outlook

come inserire la firma in outlook

Dopo aver usato a lungo altri client per la posta elettronica, hai deciso di provare Outlook di Microsoft e ne sei rimasto così soddisfatto da trasformarlo nel tuo programma di posta predefinito.
Per questo motivo, hai intenzione di configurare il software affinché inserisca automaticamente, al termine di ogni messaggio, una firma personalizzata che possa identificarti.
Il problema, però, è che non hai la più pallida idea di come far fronte alla cosa, per cui hai aperto Google alla ricerca di informazioni in merito, finendo proprio su questa mia guida.

Ebbene, sono felice di comunicarti che ti trovi nel posto giusto, in un momento che non poteva essere migliore:
di seguito, infatti, intendo spiegarti per filo e per segno come inserire la firma in Outlook, sia all’interno del programma per Windows e macOS (Outlook 365) che nel servizio di Web Mail omonimo e nelle app di Outlook per Android e iOS.
Ti assicuro che si tratta davvero di un gioco da ragazzi.

Solo una piccola precisazione prima di cominciare:
se utilizzi la posta elettronica usando più strumenti differenti (ad es.
sia nel programma Outlook 365 che in Outlook Web), dovrai configurare la firma in modo distinto su ciascuno di essi, poiché la firma non viene sincronizzata in automatico, almeno per il momento. Fatta questa doverosa precisazione, non mi resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buon lavoro.

Indice

  • Come inserire la firma in Outlook 365
    • Inserire una firma in Outlook per Windows
    • Inserire una firma in Outlook per Mac
  • Come inserire la firma in Outlook.com
  • Come inserire la firma in Outlook su Android
  • Come inserire la firma in Outlook su iPhone

Come inserire la firma in Outlook 365

Hai sottoscritto un abbonamento a Office 365, hai scaricato e configurato Outlook 365 per gestire la tua posta elettronica, ma proprio non sai come inserire la firma all’interno del programma?
Allora questa è la sezione del tutorial più adatta a te:
di seguito, infatti, intendo spiegarti come raggiungere questo obiettivo sia su Windows che su macOS.
Tieni presente che le istruzioni sono valide sia per la configurazione di account Outlook in abbonamento, sia per la configurazione di qualsiasi altro indirizzo email all’interno del programma, inclusi quelli gratuiti forniti da Microsoft (@outlook.com, @live.it, @msn.it, @hotmail.it e così via).

Inserire una firma in Outlook per Windows

IMMAGINE QUI 1

Per configurare la firma in Outlook per Windows, apri innanzitutto il programma richiamandolo dal menu Start (l’icona a forma di bandierina collocata nell’angolo inferiore sinistro dello schermo), dopodiché clicca sul pulsante per creare un nuovo messaggio di posta elettronica, situato nell’angolo superiore sinistro della scheda Home, dunque, clicca sul bottone Firma e poi sulla voce Firme… collocata nel menu che va ad aprirsi.

Se tutto è andato per il verso giusto, dovrebbe aprirsi la schermata di gestione delle firme:
clicca sul pulsante Nuova firma situato nella summenzionata finestra, indica un nome con cui identificarla (ad es. firma personale), clicca sul pulsante OK e specifica l’account di posta elettronica per il quale utilizzarla, intervenendo sull’apposito menu a tendina.
Per apporre la firma in automatico a tutti i messaggi inviati, seleziona il nome della firma definito in precedenza dai menu a tendina Nuovi messaggi Risposte/inoltri.

Fatto ciò, digita la firma che desideri utilizzare all’interno del campo di testo presente nel riquadro Modificare la firma:
al bisogno, puoi avvalerti degli strumenti di formattazione (grassetto, corsivo, sottolineato, tipo di carattere e allineamento) collocati in cima al riquadro per “migliorare” la tua firma.
In alternativa, puoi utilizzare un programma di Office (ad es.
Word) per inserire elementi più complessi, come gli elenchi numerati, per poi copiarla e incollarla all’interno del riquadro.

Se desideri inserire una firma con logo in Outlook, aggiungendo il logo della tua azienda a quanto scritto in precedenza, sposta il cursore nella posizione in cui vuoi aggiungere l’immagine, clicca sul pulsante Inserisci immagine (quello a forma di quadro con monitor, situato nei pressi del bottone Biglietto da visita) e seleziona il logo di tuo interesse dal pannello proposto.

Una volta definita la firma nei dettagli, premi sul pulsante OK e il gioco è fatto:
se, in fase di configurazione, hai scelto di applicarla in automatico, essa verrà aggiunta a tutti i messaggi in uscita dalla casella di posta indicata.
Se, invece, non hai usufruito di questa opzione, potrai facilmente aggiungerla alle email di tuo interesse cliccando sul pulsante Firma annesso alla finestra di composizione del messaggio e selezionando, dal menu che ti viene mostrato, il nome della firma creata precedentemente.

Inserire una firma in Outlook per Mac

IMMAGINE QUI 2

I passaggi per inserire una firma in Outlook per Mac sono quasi uguali a quelli già visti per Windows:
dopo aver aperto il programma e scelto la casella su cui intervenire, clicca sul pulsante per la creazione di un nuovo messaggio di posta elettronica e, una volta aperta la finestra successiva, premi sul bottone Firma collocato in alto a destra (se stai usando la visualizzazione ridotta, potresti dover cliccare più volte sul bottone [>] collocato all’estrema destra, fino a mostrare un pulsante identificato dall’icona a forma di foglio con penna), dunque fai clic sulla voce Modifica Firme… collocata nel menu che va ad aprirsi.

A questo punto, premi sul pulsante [+] collocato subito sotto il riquadro Nome firma, indica il nome con cui identificare la firma che stai per creare nella casella Nome firma annessa alla finestra che compare successivamente, dunque utilizza il riquadro sottostante per digitare il contenuto per te più appropriato, aiutandoti eventualmente con i tasti di formattazione collocati in alto.

Se è tua intenzione inserire una firma con logo in Outlook per Mac, fai clic sul punto della firma in cui intendi inserire il logo, premi il pulsante Inserisci immagine (quello a forma di quadro) e seleziona il logo utilizzando il pannello del Finder che ti viene proposto.
Quando hai finito, clicca sul pulsante a forma di floppy disk collocato nella barra superiore della finestra per salvare la firma appena realizzata e chiudi la finestra di modifica.

Successivamente, seleziona la firma creata poc’anzi dal riquadro Nome firma e, servendoti dell’apposito menu a tendina, indica l’account di posta per cui utilizzarla; se intendi apporre la firma automaticamente per i nuovi messaggi in uscita e/o per le risposte e gli inoltri di email già esistenti, specifica il nome della stessa all’interno dei menu a tendina preposti.
Per concludere, chiudi semplicemente la finestra di gestione delle firme e il gioco è fatto!

Qualora avessi scelto di non applicare la firma automaticamente ai messaggi in uscita, puoi inserirla in caso di bisogno cliccando sul bottone Firme annesso alla finestra di creazione di un nuovo messaggio e selezionando il nome della firma di tuo interesse dal menu che viene successivamente visualizzato a schermo.

Come inserire la firma in Outlook.com

IMMAGINE QUI 3

Per quanto riguarda Outlook.com, la versione Web del servizio di posta elettronica fornito da Microsoft, l’inserimento della firma è altrettanto semplice, in quanto previsto dalle opzioni dell’interfaccia del portale.

Dopo aver effettuato l’accesso alla tua casella di posta elettronica, clicca dunque sul pulsante a forma d’ingranaggio situato nei pressi del tuo nome, nell’angolo in alto a destra, e seleziona il link Visualizza tutte le impostazioni di Outlook, collocato nella parte inferiore del pannello che ti viene proposto.

A questo punto, fai clic sulle schede Posta Componi e rispondi annesse alla schermata che compare in sovrimpressione e digita la firma da utilizzare all’interno del riquadro firma di posta elettronica.
Se necessario, puoi personalizzare e raffinare il testo avvalendoti degli strumenti di formattazione posti in cima al riquadro stesso.
Quando hai finito, indica se includere la firma nei messaggi che scrivi e/o includere la firma nei messaggi che inoltri o a cui rispondi intervenendo sulle apposite caselle e, successivamente, premi sul bottone Salva che si trova in alto.

Il gioco è praticamente fatto:
se specificato in precedenza, la firma sarà apposta in automatico alle email che invierai dalla casella di posta in questione, altrimenti potrai inserirla manualmente cliccando sul pulsante (…), collocato nell’angolo superiore destro della schermata di composizione messaggio e selezionando la voce Firma dal menu visualizzato subito dopo.

Come inserire la firma in Outlook su Android

IMMAGINE QUI 4

Inserire la firma in Outlook su Android è davvero un gioco da ragazzi! Prima di procedere, però, voglio avvisarti che l’app di Outlook non prevede, al momento, la possibilità di formattare il testo direttamente dalla schermata di inserimento, né di specificare se inserirla o meno:
la firma viene automaticamente apposta a tutte le email in uscita.

Tutto chiaro?
OK, allora procediamo.
Per prima cosa, avvia l’app di Outlook per Android, effettua uno swipe da sinistra verso il centro dello schermo (oppure tocca il pulsante  collocato in alto a sinistra) per accedere al menu dell’applicazione, quindi sfiora il pulsante  situato in quest’ultimo.

Tocca poi la voce Firma e specifica, nella casella di testo apposita, la firma da inserire nelle email in uscita.
Se hai configurato più account all’interno dell’app e desideri specificare una firma diversa per ognuno di essi, sposta su ON la levetta Firma per account e digita la firma da applicare nei campi proposti.
Quando hai finito, tocca il segno di spunta, collocato in alto a destra, per salvare le modifiche.

Come inserire la firma in Outlook su iPhone

IMMAGINE QUI 5

Il procedimento per inserire la firma in Outlook su iPhone è del tutto simile a quello visto in precedenza per Android:
dopo aver avviato l’app di Outlook per iOS, tocca la voce Posta in arrivo (collocata in alto) per visualizzare il menu principale dell’app, dopodiché premi sul bottone  e sulla voce Firma annessa al pannello proposto:
digita la firma che intendi utilizzare nell’apposito campo di testo o, se vuoi specificare una firma differente per ciascun account configurato, attiva preventivamente la levetta Firma per account.

La modifica è istantanea e non richiede operazioni aggiuntive:
una volta terminato l’inserimento della firma, premi sui pulsanti < e collocati in alto a sinistra, per tornare alla casella di posta, oppure effettua per due volte consecutive uno swipe da sinistra verso il centro dello schermo.

come inoltrare email da outlook

come inoltrare email da outlook

Hai appena aperto un nuovo account su Outlook, il servizio di Webmail di Microsoft, e vorresti sapere come inoltrare un messaggio da quest’ultimo?
Hai deciso di usare il tuo nuovo account Outlook come indirizzo email secondario, vorresti fare in modo che tutte le email ricevute su di esso vengano “girate” sulla tua casella di posta elettronica primaria ma non sai come riuscirci?
Beh, non c’è nessun problema:
in questa mia guida ti illustrerò, in dettaglio, come inoltrare email da Outlook.

Come prima cosa, ti spiegherò come effettuare l’inoltro manuale dei singoli messaggi ricevuti su Outlook.com.
Dopodiché ti spiegherò come fare la stessa cosa in Microsoft Outlook, il celebre software di posta elettronica disponibile per Windows e macOS, e nell’app di Outlook per Android e iOS.
Infine, qualora volessi inoltrare automaticamente tutti i messaggi che ricevi sulla tua casella Outlook.com verso un’altra casella email, ti spiegherò come riuscire in questo intento.

Insomma, continua a leggere e troverai tutto ciò che ti serve per riuscire a raggiungere il tuo obiettivo senza alcun intoppo.
Quello che devi fare è semplicemente dedicarmi alcuni minuti del tuo tempo libero e mettere in pratica le procedure che ti descriverò nei prossimi capitoli.
Detto ciò, a me non resta altro che augurarti una buona lettura e farti un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

  • Come inoltrare email in Outlook
    • Outlook.com
    • Microsoft Outlook (Windows/macOS)
    • App Outlook (Android/iOS)
  • Come inoltrare automaticamente email da Outlook
    • Outlook.com
    • Microsoft Outlook (Windows/macOS)

Come inoltrare email in Outlook

Se hai ricevuto un’email in Outlook e vuoi inoltrarla verso un’altra casella di posta elettronica, puoi farlo facilmente seguendo le procedure indicate nei prossimi capitoli della guida.

Outlook.com

IMMAGINE QUI 1

Per inoltrare un messaggio di posta elettronica da Outlook.com, collegati innanzitutto al sito Web del servizio e accedi usando le tue credenziali.
Fatto ciò, nella schermata principale di Outlook, individua il messaggio da inoltrare e fai clic con il tasto destro del mouse su di esso.
Nel caso in cui ci fossero più messaggi all’interno di una conversazione, individua quello da inoltrare nell’area di destra.

Adesso, nel menu contestuale che visualizzi, premi sulla voce Inoltra.
In alternativa, fai clic sull’icona (…) che trovi a fianco del messaggio e scegli la voce Inoltra dal riquadro che ti viene mostrato.

Fatto ciò, puoi compilare tutti i dati necessari per inoltrare il messaggio.
Tutto quello che devi fare è indicare l’indirizzo del destinatario nel campo A e, se vuoi, modificare il campo Oggetto e aggiungere un testo nel corpo del messaggio.

Quando hai completato quest’operazione, premi il tasto Invia, situato in alto, per confermare l’inoltro dell’email al destinatario da te indicato.

Microsoft Outlook (Windows/macOS)

IMMAGINE QUI 2

Se utilizzi Microsoft Outlook per Windows o macOS, puoi inoltrare facilmente un messaggio ricevuto o inviato, tramite l’apposita funzione prevista del programma.

Per essere precisi, quello che devi fare è individuare, nella finestra principale di Outlook, il messaggio che vuoi inoltrare (puoi aiutarti a individuarlo tramite le cartelle che trovi nella barra laterale di sinistra).
A questo punto, fai clic con il tasto destro del mouse sul messaggio e, nel menu contestuale che visualizzi, premi la voce Inoltra.
In alternativa, dopo aver selezionato il messaggio, premi il tasto Inoltra che trovi nella scheda Home della barra in alto.

Fatto ciò, compila il campo A con l’indirizzo email del destinatario e, se lo ritieni opportuno, modifica anche i campi Oggetto e aggiungi dettagli al corpo del messaggio.
Quando hai finito, non devi far altro che premere il tasto Invia, situato in alto, per inoltrare il messaggio al destinatario da te indicato.

App Outlook (Android/iOS)

IMMAGINE QUI 3

Se vuoi effettuare l’inoltro manuale di un messaggio di posta elettronica nell’app di Outlook, per Android o iOS, fai tap sulla conversazione contenente il messaggio che vuoi inoltrare, in modo da aprirla.

A questo punto, individua il messaggio da inoltrare e premi sull’icona (…) situata al suo fianco.
Nel riquadro che ti viene mostrato, seleziona poi la voce Inoltra, per comporre il messaggio.

Nel campo A, digita l’indirizzo email al quale vuoi inoltrare il messaggio.
Gli altri campi puoi lasciarli invariati ma, se vuoi aggiungere ulteriori dettagli, puoi modificare il campo Oggetto oppure aggiungere un testo nel campo relativo al corpo del messaggio.

Quando hai completato la compilazione dell’email, premi sull’icona con l’aeroplanino, in alto a destra, per inoltrare il messaggio al destinatario.
Facile, no?

Come inoltrare automaticamente email da Outlook

Se vuoi impostare l’inoltro automatico di tutta la posta di Outlook o di quella che soddisfa dei requisiti specifici da te indicati, puoi agevolmente effettuare quest’operazione tramite l’interfaccia Web di Outlook.com oppure tramite il client desktop per Windows e macOS.
Non è possibile, invece, agire tramite l’app di Outlook per Android o iOS.
Ecco tutto spiegato in dettaglio.

Outlook.com

IMMAGINE QUI 4

Tramite la piattaforma Web di Outlook.com, puoi impostare un filtro che regola automaticamente l’inoltro dei messaggi verso un indirizzo da te indicato.
Per effettuare quest’operazione, puoi agire tramite due strumenti, di cui ti parlerò nelle prossime righe.

Se vuoi inoltrare tutta la posta che ricevi verso un’altra email, quello che devi fare è premere sull’icona dell’ingranaggio, che trovi nell’angolo in alto a destra, nella schermata principale di Outlook.com.
Fatto ciò, nel riquadro che ti viene mostrato, seleziona la voce Visualizza tutte le impostazioni di Outlook, per aprire un nuovo pannello.

Nella barra laterale, seleziona ora le voci Posta > Inoltro e, nel caso in cui ti venga richiesto, immetti la password associata al tuo account Outlook.
Adesso, nel pannello che ti viene mostrato, attiva la casella Abilita inoltro e digita l’indirizzo email verso il quale inoltrare tutta la posta che ricevi, tramite la casella di testo Inoltra la posta elettronica a.

Se vuoi mantenere una copia dei messaggi inoltrati su Outlook.com, attiva anche la casella Conserva una copia dei messaggi inoltrati.
Non ti resta, ora, che premere il tasto Salva, in alto a destra, per confermare l’attivazione di questa regola, che inoltrerà tutta la posta elettronica che ricevi su Outlook verso un indirizzo email da te indicato.

In alternativa alla soluzione che ti ho proposto nelle righe precedenti, puoi attivare un filtro per l’inoltro di email che rispondono a determinati requisiti, utilizzando lo strumento Regole di Outlook.
Premi, quindi, sull’icona dell’ingranaggio collocata in alto a destra e scegli la voce Visualizza tutte le impostazioni di Outlook dal riquadro che si apre.

Adesso, nel pannello che visualizzi, seleziona le voci Posta > Regole e premi il tasto Aggiungi nuova regola.
A questo punto, nel campo 1, indica un nome da assegnare alla regola, mentre nel campo 2 devi indicare la condizione affinché debba avvenire l’inoltro:
ad esempio, puoi scegli se inoltrare tutti i messaggi (Applica a tutti i messaggi) oppure quelli provenienti da specifici contatti (Da), inserendo l’indirizzo email del mittente nella casella a fianco.

IMMAGINE QUI 5

Arrivato a questo punto, nel campo 3, seleziona la voce Inoltra a e indica, nella casella a fianco, l’indirizzo email del destinatario che riceverà i messaggi.
Non ti resta, poi, che premere sul pulsante Salva, in alto, per confermare la creazione della regola.

Da questo momento in poi, tutti i messaggi che soddisfano la regola da te configurata verranno automaticamente inviati all’indirizzo email da te indicato.

Microsoft Outlook (Windows/macOS)

IMMAGINE QUI 6

Se vuoi impostare una regola d’inoltro automatico della posta su Microsoft Outlook per Windows o macOS, puoi agire tramite le procedure che ti descriverò nei prossimi paragrafi.
Tieni però presente che l’applicazione della regola è valida solo se il software resta aperto e, ovviamente, il PC è acceso.

Se utilizzi Microsoft Outlook su Windows, dopo averlo avviato, vai nel menu File > Gestisci regole e avvisi (in alto a sinistra).
Nel pannello che ti viene mostrato, premi poi sul tasto Nuova regola, per avviare la creazione di un nuovo filtro.

Tra le voci che ti vengono proposte, seleziona quindi Applica regola ai messaggi ricevuti e premi il tasto Avanti.
Dopodiché, se vuoi impostare una condizione sui messaggi in arrivo, scegli una delle tante opzioni a schermo che soddisfano le tue necessità.
In caso contrario, se vuoi inoltrare tutta la posta, premi semplicemente il tasto Avanti, senza selezionare nulla, confermando poi l’operazione tramite il tasto OK.

Arrivato a questo punto, scegli l’opzione Inoltra il messaggio a utenti o gruppo pubblico e fai clic sulla dicitura Utenti o gruppo pubblico, che trovi in basso.
Digita, quindi, l’indirizzo email nel campo A o seleziona un contatto dalla rubrica, e premi il tasto OK, per confermare.
Premi, poi, il tasto Avanti per due volte consecutive e conferma la creazione della regola, tramite il tasto Fine.

Su Mac, invece, avvia Microsoft Outlook e premi sulle voci Strumenti > Regole, nella barra dei menu in alto.
Nel pannello che ti viene mostrato, seleziona l’account Outlook e premi sull’icona +, che trovi in basso.
Fatto ciò, ti verranno presentati alcuni campi da compilare:
nel campo Da, indica il mittente per cui vuoi che i suoi messaggi vengano inoltrati, altrimenti fai clic su quest’ultimo e scegli l’opzione Tutti i messaggi, per inoltrare tutte le email che riceverai.

IMMAGINE QUI 7

Nel campo Esegui la seguente azione, scegli l’opzione Inoltra a, tramite l’apposito menu a tendina, e digita l’indirizzo email del destinatario, usando la relativa casella di testo.
Infine, premi il tasto OK, per confermare la creazione della regola.

come impostare risposta automatica outlook

come impostare risposta automatica outlook

Hai organizzato le tue vacanze e sarai fuori città per alcuni giorni.
Ormai è tutto pronto, manca però soltanto una cosa:
avvisare i colleghi e i clienti che non ci sarai in quei giorni e non potrai rispondere a nessuna delle loro email.
Ti sembra un lavoro lungo, dico bene?
In realtà non è così, in quanto puoi risolvere tramite la funzionalità di risposta automatica delle caselle di posta elettronica.
Così facendo, chiunque dovesse contattarti riceverà una risposta programma da te, nella quale avviserai che non sei al momento disponibile.

Bene! Scommetto che è proprio quello che stavi cercando.
Come dici?
Hai una casella di posta Outlook e vuoi sapere se questa funzionalità è disponibile?
La risposta è affermativa e fra qualche istante ti spiegherò come attivarla.
Nella guida di oggi, infatti, ti illustrerò come impostare risposta automatica Outlook sia direttamente da Webmail, sia tramite il software Outlook per Windows e macOS (indipendentemente dalle caselle di posta configurate al suo interno).

Non vedi l’ora di iniziare a leggere i consigli che ho scritto per te in questo mio tutorial?
Se le cose stanno così, non perdiamo altro tempo e iniziamo immediatamente.
Siediti comodamente e presta attenzione alle procedure che ti indicherò, così da essere sicuro di impostare una risposta automatizzata da usare sulla tua casella email Outlook e non solo.
Ti auguro una buona lettura e, soprattutto, un buon lavoro!

Indice

  • Impostare una risposta automatica su Outlook.com
  • Impostare una risposta automatica su Microsoft Outlook
    • Windows
    • macOS
  • Utilizzare le regole di Outlook per configurare una risposta automatica
    • Windows
    • macOS

Impostare una risposta automatica su Outlook.com

IMMAGINE QUI 1

Se vuoi impostare la risposta automatica direttamente sulla Webmail di Outlook, la procedura da seguire è semplice.
Per prima cosa, raggiungi il link che ti ho fornito e accedi alla casella di posta elettronica Outlook con le credenziali dell’account Microsoft in tuo possesso.

A login effettuato, verrai indirizzato all’interno della casella di Outlook, per leggere e comporre le email.
Nella schermata principale, fai clic sull’icona con un ingranaggio, che trovi situata in alto a destra e, nel riquadro che ti viene mostrato, seleziona la voce Visualizza tutte le impostazioni di Outlook, che trovi in basso.

Fatto ciò, nella schermata che visualizzi, seleziona le voci Posta > Risposte automatiche, per accedere al pannello di configurazione delle risposte automatiche.
Sposta quindi la levetta da OFF a ON in prossimità della dicitura Attiva le risposte automatiche, così da attivare la funzionalità.

Arrivato a questo punto, non ti resta che configurare la risposta automatica.
Per fare ciò, utilizza il riquadro di testo che trovi in basso per comporre il messaggio da inviare automaticamente ogni volta che ricevi l’email da un qualsiasi mittente.
Avrai a disposizione un editor HTML avanzato per formattare il testo a tuo piacimento.

Adesso devi decidere se la risposta automatizzata deve essere configurata su tutti i contatti (impostazione di default) oppure soltanto ai propri contatti memorizzati nella rubrica di Outlook.
In quest’ultimo caso, devi semplicemente mettere un segno di spunta nella casella in basso Invia le risposte solo ai contatti.

Il sistema di invio delle risposte automatiche può essere configurato per funzionare soltanto in uno specifico intervallo di tempo, in modo da essere sicuro che questa funzionalità si avvii e si concluda anche se non hai la possibilità di accedere alla casella di posta elettronica.
A tal proposito, attiva la casella Invia risposte solo durante un periodo di tempo e imposta la data e l’orario di inizio e conclusione di questa operazione automatizzata.

Dopo aver configurato tutti i parametri sopra menzionati, premi sul pulsante Salva, situato in alto a destra nella schermata.
Così facendo, ogni volta che riceverai un’email, verrà inviata una risposta automatica secondo le impostazioni da te configurate

La procedura sopra indicata può essere eseguita anche su smartphone e tablet, raggiungendo la Webmail di Outlook tramite il browser del dispositivo mobile.
Dopo aver eseguito il login, fai tap sull’icona  situata in alto a sinistra e premi sulla voce Risposte automatiche.
Metti un segno di spunta sulla casella Invia risposte automatiche ed esegui la stessa procedura indicata nelle righe precedenti per creare e configurare il messaggio automatico di risposta alle email ricevute.

Ti avviso che questa funzionalità non può essere programmata su smartphone e tablet e dovrai, quindi, disattivarla manualmente quando non ne hai più bisogno, togliendo il segno di spunta dalla casella Invia risposte automatiche.

Impostare una risposta automatica su Microsoft Outlook

Le risposte automatiche possono essere configurate su un account di posta elettronica Outlook anche direttamente dal software Microsoft Outlook, presente nella suite per la produttività Microsoft Office.
Non ne hai mai sentito parlare?
In questo caso ti consiglio di leggere le mie guide su come scaricare Outlook e come configurarlo, per approfondire l’argomento.

Nei prossimi capitoli, invece, ti illustrerò la procedura per configurare una risposta automatica su Microsoft Outlook, sia tramite il client desktop disponibile su Windows, sia tramite quello per macOS.
Ti avviso che il sistema di risposte automatiche è disponibile per tutte quelle caselle di posta elettronica che supportano anticamente questa funzionalità.
Non serve che il client rimanga in esecuzione sul PC, perché la risposta automatica verrà inoltrata al server di posta elettronica per funzionare anche quando il PC è spento.

Per gli account configurati in IMAP e POP3, questa funzionalità potrebbe però non essere disponibile.
Puoi quindi consultare questo capitolo per utilizzare la funzionalità Regole, che funziona soltanto se il client Outlook è in esecuzione sul PC.

Windows

IMMAGINE QUI 2

Per configurare Microsoft Outlook su Windows all’invio di risposte automatiche, segui la procedura che ti illustrerò nelle prossime righe, che ti richiederà soltanto alcuni minuti del tuo tempo.

Innanzitutto, avvia Microsoft Outlook, tramite la sua icona sul desktop o nel menu Start. Fatto ciò, seleziona la scheda File in alto, in modo da aprire una nuova schermata, e premi sul tasto Risposte automatiche (Fuori sede).

Ti verrà mostrato un nuovo riquadro tramite il quale potrai configurare la risposta automatica da inviare a coloro che ti inviano una nuova email. Per prima cosa, attiva quindi la casella Invia risposte automatiche e decidi se impostare un intervallo di tempo di inizio e conclusione del processo automatizzato, attivando la casella Invia solo all’interno dell’intervallo di tempo e usando i menu a tendina per scegliere la data e l’ora di inizio e fine.

Adesso, ti resta soltanto di comporre il messaggio della risposta automatica.
A tal proposito, utilizza le schede Interni all’organizzazione, per configurare un messaggio da inviare ai propri colleghi appartenenti allo stesso gruppo di lavoro, e/o Esterni all’organizzazione, cioè per rispondere a qualsiasi mittente.
In quest’ultimo caso, devi prima attivare la casella Invia risposta automatica a utenti esterni all’organizzazione e poi scegliere se questa risposta deve essere inviata solo ai contatti di Outlook (Solo Contatti personali) o a chiunque (Utenti esterni all’organizzazione).

Infine, utilizza la casella di testo con editor HTML avanzato per creare il messaggio di risposta e premi il tasto OK, per confermare l’operazione.
Se l’operazione è andata a buon fine, ti verrà mostrata una notifica nella schermata principale di Outlook, a indicarti che le risposte automatiche sono attive e che puoi disattivarle facendo clic sull’apposito tasto Disattiva.

macOS

IMMAGINE QUI 3

Anche tramite Outlook per macOS si può configurare la risposta automatica per i messaggi di posta in arrivo.
Per fare ciò, raggiungi la scheda Strumenti e premi sul tasto Fuori sede.

Nella nuova schermata che ti viene mostrata, metti un segno di spunta sulla casella Invia risposte automatiche per l’account. A questo punto, utilizza la casella di testo Rispondi una sola volta a ogni mittente con per compilare il messaggio da utilizzare nella risposta automatica.
Metti poi un segno di spunta sulla casella Invia risposte solo in questo periodo di tempo, per configurare la data e l’ora di inizio e conclusione dell’operazione automatizzata.

Se vuoi inviare una risposta anche ai mittenti esterni al tuo team di lavoro, puoi abilitare la casella Invia risposte anche a mittenti esterni all’organizzazione, digitando il testo nell’apposita area di testo e scegliendo poi le opzioni Solo ai mittenti inclusi nell’elenco contatti, per inviare le risposte solo ai membri della rubrica, oppure Invia a tutti i mittenti esterni, cioè a qualsiasi indirizzo email, inclusi quelli provenienti da newsletter.
Quando avrai completato di configurare la risposta automatica, premi sul tasto OK per confermare.

Utilizzare le Regole di Outlook per configurare una risposta automatica

In Microsoft Outlook è possibile configurare una risposta automatica anche per quegli indirizzi di posta elettronica configurati in IMAP o POP3 o le caselle che non supportano questa funzionalità di Microsoft.
Le risposte funzioneranno però soltanto se Outlook sarà in esecuzione sul PC, in quanto verrà utilizzata la funzionalità Regole, di cui ti parlerò nei prossimi paragrafi.

Windows

IMMAGINE QUI 4

Su Windows, avvia Outlook e fai clic sul tasto Nuovo messaggio di posta elettronica, situato a sinistra nella scheda Home.
Compila quindi il messaggio di testo per la risposta automatica, includendo anche l’oggetto, e premi poi sulle voci File > Salva con nome, scegliendo come formato Modello Outlook OTF.

Dopo aver salvato la risposta automatica in formato OTF, è il momento di configurarla all’interno di una regola di Outlook.
Per fare ciò, clicca sulla scheda File e premi poi il tasto Regole e avvisi.
Nella schermata che ti viene mostrata, fai clic sul pulsante Nuova regola e scegli l’opzione Applica regola a tutti i messaggi ricevuti, premendo poi su Avanti.

Arrivato a questo punto, premi di nuovo sul tasto Avanti, senza selezionare alcuna opzione e conferma la scelta facendo clic su .
Nella schermata successiva, scegli la casella Rispondi utilizzando un modello specifico e fai clic sulla dicitura Modello specifico che trovi in basso.
Esplora quindi le cartelle del computer per trovare il file OTF precedentemente salvato e premi sul tasto Apri.

Adesso, premi sul tasto Avanti per due volte consecutive e, infine, su quello denominato Fine.
Così facendo, verrà creata una regola che invierà una risposta automatica a tutti i messaggi ricevuti quando Outlook è in esecuzione.
Per disattivarla, ti basta tornare nella sezione Regole e avvisi ed eliminare la regola in elenco, tramite l’apposito tasto Elimina.

macOS

IMMAGINE QUI 5

Su macOS, invece, la configurazione di una risposta automatica tramite regola è più semplice, rispetto alla procedura indicata per Windows.
Seleziona la scheda Organizza e premi sul tasto Regole, selezionando la voce Modifica regole, dal riquadro che ti viene mostrato.

Fatto ciò, fai clic sulla voce IMAP o POP sulla sinistra, in base a come hai configurato la casella di posta elettronica, e premi sul tasto + che trovi in basso, per creare una nuova regola.
Nella sezione Esegui la seguente azione, premi sul tasto + sulla destra e fai clic sul menu a tendina in corrispondenza della voce Sposta messaggio.
Seleziona quindi la voce Rispondi e fai clic sulla casella a fianco Testo della risposta.
Digita quindi la risposta da inviare e premi sul tasto OK.
Premi nuovamente il tasto OK per confermare la creazione della regola.

come importare file nk in outlook

come importare file nk in outlook

Ogni volta che componiamo una nuova email in Outlook e digitiamo una lettera nel campo del destinatario, compaiono dei suggerimenti che ci aiutano a ricordare, e quindi a selezionare, gli indirizzi delle persone che vogliamo raggiungere.
Questi suggerimenti vengono generati automaticamente dall’applicazione e vengono raccolti in un unico file, in formato NK2, che può essere trasferito senza problemi da un PC all’altro o da un’installazione di Outlook all’altra.

Per trasferire il file NK2 da un PC all’altro o da un’installazione di Outlook all’altra, basta copiare quest’ultimo nella cartella “giusta” e avviare Outlook dando un comando che forza il programma a “leggere” il file.
Attenzione però, bisogna seguire una procedura leggermente diversa a seconda della versione di Office installata sul PC.
A partire da Office 2010, infatti, il file NK2 è stato sostituito da un altro file (Stream_Autocomplete_0_[xx].dat) che si trova in una cartella diversa e richiede qualche passaggio diverso per essere integrato con i file NK2 provenienti dalle versioni precedenti di Office.

Se vuoi saperne di più e, soprattutto, vuoi scoprire come importare file NK2 in Outlook, continua a leggere:
trovi tutte le informazioni di cui hai bisogno proprio qui sotto.
Vedremo prima come reperire il file NK2 da trasferire sul nuovo PC (o nella nuova installazione di Outlook) e poi come importarlo in tutte le versioni più diffuse di Microsoft Office.
Ti assicuro che non è difficile.

Come trovare il file NK2 di Outlook

Il file NK2 di Outlook si trova nella cartella C:\Users\tuonome\AppData\Roaming\Microsoft\Outlook (dove al posto di “tuonome” c’è il nome utente che utilizzi in Windows).
Per raggiungerlo facilmente, richiama il pannello Esegui… di Windows premendo la combinazione di tasti Win+R sulla tastiera del PC, incolla il comando %appdata%\Microsoft\Outlook\ in esso e premi il tasto Invio.

Nella finestra che si apre, individua il file Outlook.NK2 e copialo su una chiavetta USB o in una cartella di tua scelta, in modo da averlo a portata di mano per il trasferimento su un altro PC e/o un’altra installazione di Outlook.

IMMAGINE QUI 1

Nota: se utilizzi un computer equipaggiato con Windows XP, la cartella in cui cercare il file NK2 di Outlook è “C:
\Documents and Settings\tuonome\Dati applicazioni\Microsoft\Outlook” e non quella che ti ho indicato poc’anzi.

Importare file NK2 in Outlook 2010 (e successivi)

Come accennato in apertura del post, le versioni di Outlook più recenti, dalla 2010 in poi, non utilizzano più il file NK2 per salvare le informazioni relative al completamento automatico:
utilizzano un altro file, denominato Stream_Autocomplete_0_[xx].dat che si trova nella cartella C:\Users\tuonome\AppData\Local\Microsoft\Outlook\RoamCache del computer.
Nonostante ciò, è possibile importare i file NK2 dalle versioni più datate di Outlook posizionandoli nella cartella “giusta” e avviando il programma tramite un comando speciale da dare nel pannello “Esegui…”.

La procedura da seguire è semplicissima, ma prima di passare all’azione devi verificare che il file NK2 abbia lo stesso nome del tuo profilo in Outlook (che per impostazione predefinita dovrebbe essere proprio “Outlook”).
Per effettuare questa verifica, apri il Pannello di controllo classico cercando “pannello di controllo” nel menu Start e clicca sull’icona Account utente.

Dopodiché vai su Posta elettronica, premi sul pulsante Mostra profili che si trova nella finestra che si apre e controlla il nome del tuo profilo Outlook.
Se il nome del profilo dovesse risultare diverso da “Outlook”, rinomina il file NK2 di conseguenza (se, per esempio, il tuo profilo si chiama “Utente”, devi rinominare il file in “Utente.NK2”).

IMMAGINE QUI 2

Adesso puoi passare all’azione! Prendi quindi il file NK2 di Outlook che desideri importare sul tuo PC e copialo nella cartella C:\Users\tuonome\AppData\Roaming\Microsoft\Outlook.
Se vuoi raggiungere velocemente questa cartella, apri il pannello “Esegui…” e dai il comando %appdata%\Microsoft\Outlook\.

IMMAGINE QUI 3

A questo punto, richiama nuovamente il pannello “Esegui…” premendo la combinazione Win+R sulla tastiera del tuo PC, incolla in esso il comando outlook.exe /importnk2 e dai Invio.
Se tutto filerà per il verso giusto, Outlook si avvierà e importerà automaticamente i suggerimenti per il completamento automatico presenti nel file NK2 (aggiungendoli a quelli già presenti nell’applicazione).

IMMAGINE QUI 4

Se prima di importare file NK2 in Outlook desideri cancellare i suggerimenti per il completamento automatico già presenti nell’applicazione, avvia quest’ultima e premi sul pulsante File che si trova in alto a sinistra.
Dopodiché vai su Opzioni, seleziona la voce Posta dalla barra laterale di sinistra (nella finestra che si apre) e clicca sul pulsante Svuota elenco di completamento automatico.

Procedura alternativa

Se non sei riuscito a Importare un file NK2 in Outlook seguendo le indicazioni che ti ho appena dato, prova ad utilizzare NK2Edit.
Si tratta di un’applicazione gratuita (prodotta da terze parti, non da Microsoft) che consente di leggere il contenuto dei file NK2 e DAT con i suggerimenti per il completamento automatico di Outlook e di convertirli tra loro.
Utilizzandola, puoi convertire il tuo file NK2 in un file DAT di Outlook 2010 (o successivi) e sostituirlo al file DAT presente attualmente nella tua copia di Outlook.

Per scaricare NK2Edit sul tuo PC, collegati al sito ufficiale del programma e clicca sulla voce Download NK2Edit in a zip File che si trova in fondo alla pagina.
Dopodiché apri il pacchetto zip che contiene il software ed estraine il contenuto in una cartella di tua scelta.
Il programma, essendo portable, non necessita di procedure d’installazione per poter essere utilizzato.

A questo punto, recati nella cartella C:\Users\tuonome\AppData\Local\Microsoft\Outlook\RoamCache del tuo PC e crea una copia di backup del file Stream_Autocomplete_0_[xx].dat.
In questo modo, nel malaugurato caso in cui qualcosa andasse storto, potrai ripristinare il file con i suggerimenti per il completamento automatico di Outlook.

Ora puoi passare all’azione! Assicurati dunque che Outlook non sia in esecuzione (altrimenti chiudilo), avvia NK2Edit facendo doppio click sul suo eseguibile e seleziona la voce Open dal menu File (in alto a sinistra) per selezionare il file NK2 che desideri importare in Outlook.

Successivamente, recati nel menu File > Save as, seleziona la voce Outlook 2010 AutoComplete .dat file (Stream_Autocomplete*.dat) dal menu a tendina Salva come e salva il file nella cartella C:\Users\tuonome\AppData\Local\Microsoft\Outlook\RoamCache sovrascrivendo il file Stream_Autocomplete_0_[xx].dat presente attualmente nella cartella.

IMMAGINE QUI 5

Ad operazione completata, avvia Outlook e dovresti ritrovare tutti i suggerimenti per il completamento automatico presenti nel file NK2 all’interno del programma.
I vecchi suggerimenti presenti in Outlook verranno eliminati.

Importare file NK2 in Outlook 2007 (e precedenti)

Se utilizzi una versione di Office pari o antecedente alla 2007, per importare un file NK2 in Outlook non devi far altro che copiarlo nella cartella C:\Users\tuonome\AppData\Roaming\Microsoft\Outlook accettando di sovrascrivere il file NK2 presente attualmente nello stesso percorso.
L’operazione va eseguita mentre Outlook non è in esecuzione, quindi se il programma risulta avviato, chiudilo.

La procedura da seguire è pressoché identica se si vuole copiare un file Stream_Autocomplete_0_[xx].dat di Outlook 2010-2016 da un PC all’altro o da un’installazione di Office all’altra.
Tutto quello che bisogna fare è copiare il file nella cartella C:\Users\tuonome\AppData\Local\Microsoft\Outlook\RoamCache sovrascrivendo quello già presente nella cartella, quindi rinominandolo allo stesso modo.
Anche in questo caso, bisogna agire quando Outlook non è in esecuzione.